giovedì 30 agosto 2007

Un whisky con ghiaccio....fallo doppio, vah

Questa sera sono così fragile che per un pò ho persino guardato il tramonto. E ho messo su un paio di canzoncine di quelle che fanno male solo a leggerne il titolo. Una é un tempo piccolo del maestro Califano, quello per cui le donne sono un cabaret di pasticcini. ......dipinsi l’anima su tela anonima....diventai un albero per oscillare.....dai, é roba grossa. L’altra parla di un tipo che io ho sempre creduto essere una tipa...una roba brutta. Poi dopo aver rimirato il tramonto ho rimirato per cinque minuti buoni la mia immagine riflessa nel vetro. Se avessi avuto il calibro per il cranio del Lombroso avrei cercato dei tratti distintivi della mia fragilità ma niente, il calibro non ce l’avevo. Boh, forse mi sto trasformando in una donna e non lo so ancora. Comunque, nel caso, sarei una donna a cui piacciono le donne (sta cosa tecnicamente ha un nome ma preferisco non scriverla per non offendere nessuno...perché dopo dicono che non si chiamano così ma si chiamano nell’altro modo e si riuniscono in un’associazione...e allora io non scrivo niente). Oppure ho una malattia che andrebbe a genio ad House con l’incoveniente di subire una morte apparente e diventare un topo da esperimento. Magari bevessi superalcolici, così andrei dal mio barman di fiducia e picchiando sul bancone ordinerei un whisky con ghiaccio. Poi mi guarderei in giro e gli farei capire, con uno sguardo, di prepararne uno anche per la bellona che mi si é seduta a fianco. E intanto il pianista, che con le mani in mano non sa stare, ha attaccato con...you must remember this, a kiss is still a kiss........as time goes by (dai, é quella di suonala ancora sam, casablanca). La cosa che mi ha steso più di tutte é che l’omino che si occupa dei miei capelli è andato in ferie. E io mi son comprato una macchinetta per i capelli della Braun; forse la uso. L’intenzione é di creare un effetto Taxy driver. Faccio la faccia cattiva di De Niro e me li rado. Ci penso ancora un pò e poi forse lo faccio.

27 commenti:

Cate ha detto...

Potremmo essere ottime amiche.
Basta che tu tenga a posto le mani, sporcacciona che non sei altro!
;P

kabalino ha detto...

Cate per un pò di mesi saresti al riparo da pericoli...perché io dovrei scoprire il mio corpo, capiscimi. Poi niente, se non ti va, dopo potremmo mediare la nostra fisicità attraverso uno schermo a cristalli liquidi...quindi io toccherei la te che vedo riflessa sullo schermo ma in pratica finirei per avere un rapporto coi cristalli liquidi. :-)

Cate ha detto...

Non mi hai convinta.
:P

kabalino ha detto...

Boh...io la vedo così, tra amiche ci si aiuta; e visto che io sarei in un momento di difficoltà e di trapasso...cmq va bhé, se é no é no...chiuso il discorso, anche se io non lo trovo giusto.
Adesso vado a dormire entro nell'ordine di idee di farmi un taglio alla taxy driver e chi si é visto si é visto...

Anja ha detto...

forse non è ruvida abbastanza, ma per come sottofondo al prossimo mood simile, io consiglio Piano Man di Billy Joel. Poi forse parla anche lui del doctor house.

Baol ha detto...

Ora non posso vivere con questo dubbio: LI HAI POI TAGLIATI I CAPELLI??!


Spero solo che la biondona della fantasia alla Bogart fosse donna sul serio ;)

LB ha detto...

Anch'io mi deprimo quando il parrucchiere va in ferie. Sò problemi!

kabalino ha detto...

@anja: the piano man é davvreo ruvida ma in quel contesto non sarebbe tanto importante perché il ruvido sarei io...ruvido dentro. E poi col doppio whisky in mano facendo tintinnare i cubetti di ghiaccio...lascia fare...

@baol: i capelli li ho tagliati eccome perché so andare solo dal mio omino dei capelli, dagli altri no. Però il taglio é standard perché poi sarebbe dura la socializzazione con il resto dell'umanità....era una fantasia super-bogartiana perché pensavo a Lauren Bacall (e, fidati, lei era donna...)

@lb: ma infatti...io mi sento perduto...i capelli crescono e questo se ne va...e poi, se ne va dove? a far che?

Anja ha detto...

ora che ci penso. La mia fata parrucchiera va in vacanza la settimana prossima, proprio quando io torno, e quando più ci sarebbe bisogno di domare la chioma ribelle. Sarà un complotto?

kabalino ha detto...

anja secondo me non avrai modo di convincere la tua chioma ribelle a rinunciare alla libertà che solo il vento dell'estate sa dare. E poi l'umidità della senna, la salsedine del mare, ogni riccio un capriccio...no non la domerai. La fata parrucchiera é fuggita per sempre (sarebbe stata sconfitta certa).

Sto riascoltando the piano man dopo un sacco di tempo...madonna che pezzone!

barbara ha detto...

attento al fai da te con i capelli..ATTENTO...

Venti giorni fa ho dovuto raccogliere tutti i riccioli superstiti in un cappello e correre dalla prima parucchiera disponibile. Le amiche tante cose possono fare, ma non combattere con i miei ricci.

Poi dipende, se vuoi il cranio liscio liscio...l'amica "Braun" va benissimo.

Amaracchia ha detto...

A me la cosa che stende è proprio la presenza dell'omino che cura i miei di capelli: lui conosce o SCODELLA o PAGGETTO.
Passo da te per Taxi Driver versione femminile?

artemisia ha detto...

Un whisky con ghiaccio stasera farebbe al caso mio. Doppio, triplo, quadruplo magari.

Sempreinspiaggia ha detto...

A parte che io adoro il whisky con ghiaccio, possibilmente Jameson... E comunque ti ho nominato presidente della sottocommissione "alternativa mondo virtuale" e ti ho pure linkato. Ciaociao!

kabalino ha detto...

@barbara: guarda che ho fatto un lavorino fantastico come da istruzioni...ho una smagliante acconciatura teutonica. Lunghezza 7 in cima alla capocchia e 3 ai lati. Ho avuto bisogno di un piccolo aiutino per la sfumatura dietro...ma roba da ridere...

@amaracchia: lascia perdere quello lì...ormai ho una mano leggera come una piuma...taglio braun unisex, ti va bene? Se proprio vuoi posso tentare di farteli un pò scalati...ma giusto perché sei tu.

@artemisia: ciao artemisia...come é andata in territorio italico? ho spulciato il tuo blog di tanto in tanto ma di te nemmeno l'ombra. Cos'é questo bisogno d'alcool? Pensieri da uccidere?

@sempreinspiaggia: io in realtà sono un finto bevitore di whisky, però vorrei fare tintinnare i cubetti di ghiaccio. Cacchio, presidente della sottocommissione...immagino che sia una commissione senza portafoglio...tant'é, io cmq lavoro per la gloria e per un mondo migliore... quindi accetto!
Rischio di progettare un mondo a mia immagine e somiglianza...
Ah, se blogspot si sblocca ti linko pure io...

Angie ha detto...

Noooo!! Come in Taxi Driver no..dai!
Il Post è molto intenso e divertente..un salutone!
;-)

patty ha detto...

ciao!!!grazie x essere passato nel nostro blog invisibile ^__^(aiuto..ci mancava pure questa..),è molto carino anche il tuo..xò..le canzoni deprescion no eh???vabbè che ti parla una che ierisera è andata a sentire i verdena..volevo suicidarmi all'uscita..

prescia ha detto...

facciamo che io ieri sera ho mescolato la vodka con l'acqua tonica e ho pranzato tardi all'ora della cena.....per rimanere in tema....
se la versione era quella dei tiromancino....ascoltarla al tramonto è sconsigliato...può provocare moooolte paranoie!!!! (senti chi parla...una paranoica doc!!!!)

p.s. ma per caso il gruppo con un uomo che pare una donna saranno mica i tokio hotel????
no perchè io avrei giurato che era una donna....

p.p.s. se posso ti consiglio vanessa de mata e ben harper...boa sorte good luck...
io la adoro.... ciau..

nonsisamai ha detto...

non per fare la femminista ma questa associazione di fragilita' e donne, non mi convince... :)

Miss Dickinson ha detto...

Secondo me ci hai già ripensato e i tuoi capelli sono lì dove devono stare. Spero tu non abbia fatto la faccia cattiva, probabilmente in questo momento la malinconia è passata e magari al posto del maestro Califano, starai ascoltando Vamos a la playa dei Righeira.
E forse il pianista intonerà What a wonderful world e tutta la tristezza finirà in un bella bottiglia di Cères!

Elle ha detto...

Grazie per la visita al mio blog...Succede di essere un po' giù di tono e di ritrovarsi con le pile scariche. Sono momenti ma poi ritorna il sole...
quando ce vo' ce vo' un whisky... ciao e a presto

adam ha detto...

Hello I just entered before I have to leave to the airport, it's been very nice to meet you, if you want here is the site I told you about where I type some stuff and make good money (I work from home): here it is

kabalino ha detto...

@angie: l'idea era proprio alla taxy driver ma delle due categorie di ommini - veri e ca*asotto - io non appartengo alla prima, eh va bhé...

@patty: mica m'ero accorto che era invisibile. Tosta la roberta - dei nirvana s'intende...

@prescia: dal tuo blog avevo capito che eri una dura paranoica :)...ma sti tokio hotel chi cacchio sono? li ho visti di striscio ma non mi riferivo a loro (dei gruppi ggiovani mi fermo a quei dritti dei radiohead e un pò di coldplay ma neanche tanto).
bhé ben harper mi piace un sacco...ora provo la signorina de mata, grazie del consiglio

@nonsisamai: mi hai messo con le spalle al muro, anche perché i ruoli si sono ribaltati; ho usato una licenza poetica..:)

@miss: fidati, il taglio é stato eseguito con mano ferma...e praticamente ne é uscito un capolavoro; di tanto in tanto mi fisso la mano e rifletto su tutto quello che é capace di fare...
sei veggente...sui righeira c'é tutta una storia dietro...

@elle: visito a macchia di leopardo...é come andare a fare due chiacchiere in piazza...

@spam-adam: a parte che l'inglese a me fa venire l'acidità...ma ti lascio lì a monito...se volete la guerra guerra sia.

prescia ha detto...

è un duetto...
vanessa da mata e ben harper boa sorte good luck....
stupenda!!!!

kabalino ha detto...

ci sono arrivato adesso...tra poco l'ascolterò...grazie :)

kabalino ha detto...

che bella...la uso come soundtrack per la colazione (uno dei momenti più importanti della giornata) :)

prescia ha detto...

;)