sabato 12 gennaio 2008

Una specie di augurio, pieno di speranza, di grazia, di leggerezza e di altre cose che vi dirò quando mi verranno in mente

A casa mia non ho abbastanza segnalibri carini e devo strappare dei fogli di carta per ricordare il punto in cui sono arrivato a leggere. Ho una specie di sindrome che mi fa cominciare i libri ma non me li fa finire, e così adesso ho nove libri che stanno su una pila e non so se li finirò mai. Il post che dovevo scrivere era su uno di questa specie di segnalibri, che nella fattispecie è un biglietto di un concerto dei Radiohead di dieci anni fa, e, siccome al concerto son già stato, adesso quel biglietto ha il valore della carta da buttare nel macero, tipo di quella carta che il macellaio usa per avvolgerci la carne che perde il sangue. Mi è sembrato una bella cosa dare al biglietto dei radiohead la possibilità di cominciare una seconda vita da segnalibro. E’ come dire a tutti che nella vita c’è sempre una speranza e una possibilità per ricominciare. E’ che a me piace il cinema e allora ogni tanto mi piace pensare queste cose. Insomma, avrei dovuto ma ora non posso. Adesso non mi riesce di parlare di segnalibri perchè stasera sono andato a comprarmi un crescione dalla mia piadinara di fiducia e quando sono entrato sotto il teloncino di plastica per non bagnarmi ho visto che parlava con un signore e ho capito che aveva intenzione di mettere in vendita il baracchino delle piadine. E allora quando il signore se ne è andato l’ho un pò aggredita per sapere se era vero che voleva vendere, e, se era vero, perchè voleva vendere...e che l’avrei ritenuta direttamente responsabile di tutte le cattive piadine che avrei mangiato in un futuro senza di lei. E poi le ho detto anche altre cose che non ricordo. Allora lei ha cominciato a dirmi delle cose che non capivo e che poi ho capito. Non erano tanto belle e dopo un pò, anche se la sua faccia era normale, negli occhi è spuntata dell’acqua salata. Tipo un piccolo mare. Come se uno avesse un mar morto negli occhi. E se te metti un uovo nel mar morto lui sta a galla da quanto sale c’è. Mi ha detto che fin da piccola il suo corpo produce del calcio in più e le si formano delle specie di ossa che non dovrebbero formarsi. E questa volta, l’osso in più, le si è formato dentro la testa. La devono operare e non si sa come andrà a finire. E allora adesso vende tutto. Mi son mancate le parole per dirle delle cose di conforto, tranne in bocca al lupo. Lei ha detto:”Speriamo che il lupo muoia” e ci siamo messi a ridere. Poi mi sono accorto che mentre stendeva le piadine col mattarello mi diceva in qua e in là dei segreti sul come si fa a fare la piadina buona. Come se non mi volesse lasciare a mani vuote, come se mi volesse mettere in grado di farmela da solo la piadina nel caso che non trovassi il degno sostituto. E allora due di questi segreti li condivido anche con voi, ma solo due, che gli altri li tengo per me. Uno è che il lievito va sempre comprato sigillato in piccolissime quantità e l’altro è di usare solo il sale grosso delle saline di Cervia. In questo modo la piadina sarà bella grossa e bella soffice. Ho un bel rapporto con la mia piadinara anche se io sono uno che parla poco. Sono un romagnolo atipico mentre lei è una romagnola tipica e parla anche per me. E poi abita in un posto che a me piace un sacco, ed è vicino a Brisighella, lì dove comincia la salita per monte Mauro. Son posti che faccio in bicicletta e che quindi non posso che amare; è che la mia bicicletta mi fa amare tutti i posti che attraverso con lei, diventano tipo percorsi dell’amore e della bellezza quelli che faccio con la mia bici. E, per dire il feeling che c’è con la mia piadinara, lei da giovane andava in bicicletta e poi quando le sono nati i figli li ha iscritti in una squadra di ciclismo e quando si dovevano allenare, visto che erano piccoli, lei andava a fare i percorsi in bicicletta con loro. E la figlia l’ho anche conosciuta perchè all’inizio faceva le piadine anche lei. Ed era bellissima. Non vi spiego il mio concetto di bellezza ma se vi dico che era bella dovete fidarvi. Io quando parlo di bellezza sono sui generis, del tipo che non mi fido mai dei canoni degli altri ma mi fido solo dei miei. Per me vale quella storia della prima impressione. E’ come se alle cose facessi una foto polaroid e solo di quella mi fidassi. Insomma, questa ragazza aveva il sorriso con la luce e per me questo basta e avanza. Ed era una ragazza romagnola tipica, come sua madre. Parlava sempre e poi in mezzo alle parole ci metteva un sorriso (uso l’imperfetto ma lei è viva e vegeta...è che per me vale solo il tempo dei miei occhi...quello che vedono è il presente e quello che non vedono è il passato o l’imperfetto o forse il futuro, forse). E allora quando andavo lì (e ammetto che nel periodo in cui c’è stata lei andavo con una frequenza che poi non ho più avuto...però la colpa non era mia ma del suo sorriso luminoso)...ecco, sì, dicevo...quando c’era lei io andavo lì e lei mi indicava gli alberi, visto che nel cortile della piadineria c’era un olmo, un pioppo e un gelso che adesso si è seccato. E visto che io amo gli alberi romagnoli ascoltavo molto volentieri quello che raccontava. Eran tutte cose sulle malattie degli alberi e sui tempi di fioritura degli alberi. No, niente, è che in quel periodo, all’università, stava studiando per l’esame di botanica e di alberi se ne intendeva tantissimo. Così io stavo un pò girato verso gli alberi e poi mi voltavo e facevo delle gran bocche di meraviglia per farla ridere, anche se non ce n’era bisogno perchè lei rideva benissimo da sola. Ecco, solo per dire tale madre e tale figlia e che a volte la continuità è una bella cosa.
....Poi ha finito di cucinare il crescione e me lo ha messo in un sacchetto e quando è stato il momento di pagare mi sono accorto che avevo pochi spiccioli e cinquanta euro attaccati. Così mi è rimasto un debito di un euro e le ho promesso che quell’euro lo avrei portato in bicicletta fin su a monte Mauro per saldare il mio debito...e la piadinara si è messa a ridere. Lo so che l’ho tirata un pò lunga ma io non son bravo a dire le cose dirette; l’importante è che si sia capito che questo post è una specie di in bocca al lupo per quella signora lì, quella che fa le piadine buonissime, che va in bicicletta con i figli, che mi dice i segreti delle piadine, che abita in un bellissimo posto in collina che ci si va solo con la jeep e con la panda 4x4 e che ha una figlia con un incredibile sorriso luminoso che conosce vita morte e miracoli degli alberi di Romagna.


Ora è venuto il momento della smematura, simile alla svinatura (che qua in romagna si fa sul finir d’ottobre) e alla maialatura (che qua in romagna si fa sul finire di dicembre).
E niente...se le ricordo tutte, quelle che mi hanno incoscentemente nominato sono le seguenti persone, meravigliose e dai sorrisi luminosi: Alice (io il libro lo aspetto ma qui non arriva....ehi voi! Comprate L’oro in bocca...quello qui a fianco!), Desaparecida, Dressel, Maricri (che mi dice sempre cose di una tale bellezza che io non so come fare a sdebitarmi...), Laura, Guernica, Inenarrabile (che io starei sempre sul suo blog ad ascoltare la marcia turca e a vedere la signorina che cammina per la strada dove due persone si baciano)...e credo qualche altra persona un pò di tempo fa, anche se poi io, nella mia irresponsabilità, ho lasciato cadere nel dimenticatoio. Un giorno pagherò per tutto questo.
Ho deciso di fondere tutti questi meme in uno solo e di nominare cinque blog che amo parecchio. Lascio fuori per ragioni sentimentali quelli del baracchino (Baol, Anja, Amaracchia, Desa...che per me sono sempre da primo premio...ma proprio sempre) e le signorine che mi hanno nominato (e anche qui, per Alice, devo dire qualcosa...insomma, come ha scritto lei, ormai siamo legati quasi indissolubilmente...e niente, sta ragazza la stimo parecchio. Ah, la mail la scrivo...è che volevo metterci dentro anche la recensione di Million dollar baby, forse. Però stavolta mi hai davvero detto una cosa da restarci secco. Per quello che hai scritto di me sul tuo blog non so come ringraziarti. Ci devo pensare su).
Premesso che tutti i blog inseriti nella mia lista qui a fianco hanno un piccolo orticello nel mio cuore (del tipo che lasciare fuori Artemisia o La Guressa o SoY o la Rimastanza o Prescia mi sembra un delitto)....ma uff...andate a quel paese!...io non son buono di lasciar fuori la gente...
Insomma i nominati son questi qui:



Categong:
Cate farebbe parte del baracchino solo che ha alzato una spugna, una volta, e basta. E lo ha fatto come puro gesto estetico e senza nessun fine pratico, che poi è una cosa tipica degli architetti. E poi c’ha questa cosa che è la mia blogstar preferita e quindi tendenzialmente le cose gliele perdono anche se mi da del gazzellone amoroso, è anche vero che io le do della fenicottera ma gazzellone amoroso è di una bruttezza unica. Secondo me Cate è come la sirena della polizia, non tanto per il rumore quanto per la luce sfolgorante, che se ti casca negli occhi li devi chiudere per forza. Io non l’ho mica mai vista e non le auguro nemmeno di assomigliare nel fisico a una sirena della polizia però secondo me è così. E poi, sempre secondo me, Cate c’ha la testa che scotta...del tipo che se le metti la mano sopra i capelli ti bruci e la devi togliere. Infatti nei capelli deve mettere delle lozioni con i semi di lino per rinfrescarli. E’ che pensa delle cose fuori del comune, proprio intelligenti, e allora la testa si scalda, però lei c’è abituata. Adesso fa la sirenetta in altri oceani più chic, tipo i social network, e ha lasciato noi poveracci dei blog normali da soli. Secondo me una santa non dovrebbe fare così, ma nella vita si vede anche di peggio.

Alabama:
Cosa volete che vi dica, io quando leggo i suoi post e tipo sono arrivato a metà...o vado in bagno o mi faccio la pipì addosso. E’ che le cose che scrive mi fanno ridere in quel modo che è brutto a vedersi perchè uno perde il controllo di sè e la faccia si deforma e chi entra in quel momento non ti riconosce più. E poi ha una abilità speciale che ogni volta s’inventa un nomignolo nuovo, sempre con la radice Kab, ma sempre diverso ogni volta. E io non ho ancora capito come fa. Tenete conto che vive in mezzo agli jappi, che poi sono i giapponesi, e anche se ci provano non riescono a piegarla nemmeno un pò e, anzi, secondo me è più romana di quando è partita.

Francesca:
Io sulle cose do sempre giudizi a sentimento dove la ragione c’entra poco o nulla. E secondo me Francesca è una persona piena di grazia, e quindi il suo blog è pieno di grazia. E non intendo mica piena di droga come succede nel film Maria full of grace. Intendo proprio la vera grazia, quella che ha un rapporto con la leggerezza delle cose belle. Il suo blog è talmente saturo di bellezza che quasi mi sembra troppa. E’ come entrare in un corridoio pieno di finestre, ed affacciandosi ad ognuna di queste finestre si riscopre un pezzo della propria vita (almeno questo vale per me...). E chi mi parla con amore dell’affinità elettiva tra Hisaishi, Kitano e Miyazaki mi sbrindella il cuore (a questi tre signori qui sono sensibilissimo).


Fedesottovuoto:
Se c’è una cosa che mi fa restare a bocca aperta su questo mondo è la leggerezza. E Federica, che poi è la signorina che disegna i fumettisottovuoto, ha questo dono nella mano. Io per fumetti intendo solo Charlie Brown e Mafalda, con loro son cresciuto e loro sono i miei unici amori. E per me, Schulz e Quino, sono delle persone che avevano della genialità nelle mani. E c’era anche della poesia nelle loro mani. Di un fumetto non mi interessa nè la verosimiglianza, nè il colore, nè la patinatura...Pretendo solo la leggerezza...e Fede ce l’ha.

Lb:
Perchè è la Carrie Bradshaw dei blog. Perchè mi fa ridere, mi piace il modo in cui affronta la vita, perchè le sfilo le canzoni dalla playlist...E se fosse per me le farei assegnare di diritto una goldcard per entrare a qualsiasi evento mondano, artistico o di che cavolo di natura sia. E poi, sempre se fosse per me, farei capire a quei signori che fanno le scarpe, tipo manolo Blahnik (se esiste), o le borse di muflone (tipo Gucci) che è nel loro interesse far arrivare ad Lb, comodamente a casa, le loro collezioni. Poi lei darebbe alle scarpe e alle borse il loro bel risalto negli eventi mondani e questa gente qui avrebbe tutto il loro ritorno. Ah, mi dimenticavo che la goldcard include la possibilità di accedere ai camerini delle star, così da riuscire a fare le interviste a sangue caldo.
(Ho cercato di comprare il suo libro per mail senza risultati; ora tenterò con Ibs...fatelo anche voi!)



E il premio della critica va a Madd, che non scrive facile perchè scrive fiabe per orchi...e scrive così denso che ogni volta mi invischio nelle sue parole. Ma sa scrivere, e nel suo vocabolario ce ne stanno dieci dei miei.



p.s.
Ci sono blog che leggo ma che non hanno bisogno della mia segnalazione. Però, per chi non ci sia mai passato, segnalo:
Chinasky, Elena, Eiochemipensavo, Bloggointestinale, Ninna (in particolar modo quando canta) e altri che vi segnalerò quando mi verranno in mente.

69 commenti:

Simona ha detto...

bentornato! e un ritorno alla grande direi. La storia che hai raccontato quasi mi faceva commuovere e mica è bello iniziare il sabato mattina cos, eh! ;-)))
un in bocca al lupo, per quel che può valere, anche da parte mia.
Per quanto riguarda i blog segnalati ne conosco pochi quindi sarà un'occasione per navigare in mari sicuri (in quanto da te segnalati). ciao.

Simona ha detto...

il commento sopra, sommerso dal titolo del post, è mio.ancora ciao

kabalino ha detto...

@simona: ma io te l'ho raccontata apposta perchè ti mettessi a piangere e non piangi? Comunque dovrebbe essere un'operazione non così pericolosa, anche se i rischi ci sono. Meglio ridere e non piangere
:)

Categong ha detto...

Hey, gazzellone!
In realtà mica l'ho capito il fatto della spugna.
In realtà io il baracchino te lo lustro a nuovo con la sola forza del pensiero.
I blog normali non li ho abbandonati per i social cosi: ho una specie di rigetto da web overdose, motivo per cui, latito su tutti i campi.
Sto costruendo quella felicità che appena la raggiungo sei il primo a saperlo, e che per il momento non riesco ancora a sentire...
Ogni promessa è debito.

Tu, in ogni caso, sei proprio bello.
:)

Treccine ha detto...

Ciao :)
Questo tuo post m'ha fatto venire una sorta di invidia tipicamente infantile...quella di prendere la bicicletta e andarmene in giro senza pensare a niente...Sono anni che non lo faccio, in realtà nemmeno ce l'ho più la bici, che qui da me è un pò impossibile andarci senza essere investiti. Chissà, magari quando tolgo il gesso...
Scrivi più spesso, che leggerti fa molto bene all'umore :)
Ciao, Alessandra

Mat ha detto...

però, bello il post.
ma perchè non hai fatto un tentativo con la figlia???
avresti avuto una bellissima ragazza e buonissime piadine assicurate!

dressel1981 ha detto...

mamma mia! gli alberi mi perseguitano...anche con la mia tesi c'entra molto la botanica. bellissimo post!

desaparecida ha detto...

ok...vediamo...se in qlcuno dei tuoi cerchi concentrici da peter pan mi sono persa:

-hai + libri che segnalibri

-radiohead,10 anni fa,(pure io)(e vuoi buttare il biglietto???!!

-donna con piccolo mare salato

-segreti

-bicicletta che ami e che ti fa amare i posti

figlia...bellissima....sorriso luminoso...ama gli alberi

-micro debito economico....

-in boccaallupo x la donna

-20 nominati

-5+1 memati


Mi hai fatto commuovere kabalino,che la nostra copertina azzurra,è davvero un piccolo mare salato e pesante e bagnaticcio...e vorrei girare la manopola del Castello Errante,ed essere lì...dove tra 1 mercatino e l'altro posso sciogliere il mare salato e nn sembrare banale!

Grazie,ti abbraccio forte...come sempre

Alabama ha detto...

Ehiiii GRAZIE per il promo al mio blogghetto!!! Oddio, fare pipì nel bel mezzo della lettura sembrerebbe alquanto equivoco ma apprezzo le belle parole!
Ehm... ma non ho capito di che meme si tratti... cioè... che devo fare io adesso??? Madonna, è che sono una vera pippa in fatto di meme @__@" devo reclamizzare altri blog? Nominarli in quanto...?
ARGH. Ecco perché nessuno mi nomina mai...

Grazie anyway ^^

bdp ha detto...

per quanto possa servire, mi associo anch'io all'in bocca al lupo per la tua piadinara..
un bacio!
e a presto :)

Anja ha detto...

grazie capo, il pensierino vale quasi come una tredicesima.

kabalino ha detto...

@s.categong: cate, il fatto della spugna è stato un tentativo di farti sgrassare tipo la lavastoviglie, poi te hai detto che facevi tutto con la sola forza del pensiero per non rovinarti le mani. Tu cate fai le tue cose con comodo che forzare sulla felicità è sempre meglio non farlo. Ci pensa lei a venire, tu prepara solo il terreno e basta che poi lei, quando ne ha voglia, arriva. Ecco, quel giorno lì, tu mi citofoni e mi dici: "Sono cate, c'è kaba?...E' arrivata la felicità". E niente, poi io son contento.
Il problema della bellezza mi sta addosso fin da piccolo...è che ognuno c'ha i suoi problemi; una volta ho fatto anche l'attore come comandante di un plotone nazista perchè c'ho l'aspetto un pò ariano. Però sta cosa la metterò in un post apposito che fa troppo ridere.

@treccine: Alessandra, allora facciam così...la bici te la presto io. Poi quando ti togli il gesso si organizza una blog-biciclettata con chi vuol venire, così si vede anche come reagisce la gamba. Prendiamo la stradina sull'argine di un fiume, una bella stradina, e si va fin quando ci pare. Se servo a dare il buonumore proverò a scrivere più spesso :)

@mat: grazie. Sì, va beh, ma certe cose non è che si dicono, e poi diciamo che la situazione era un pò bloccata e poi c'erano delle altre cose...insomma...bon, è andata così.

@desa: guarda che io son contento di averti fatto commuovere, tu non lo sai ma io sono una brutta persona e a volte scrivo proprio cercando la commozione. Desa mi passi a prendere col castello errante? Leghiamo le bici dietro e poi si va a fare uno di quei giri che non ce lo dimentichiamo più...
Ti abbraccio anch'io...;)

@alabama: t'ho promizzato il blogghetto perchè andava promizzato...io non lo so mica quali son le regole del meme. Io, sto meme qui, me lo son inventato di sana pianta fondendo insieme altri sette meme. Non c'ha delle regole precise, però se vai a vedere sui siti di chi mi ha nominato ti schiarisci le idee :D

@bdp: speriamo bene...bdp, tu le sai fare le piadine?
un abbraccio :)

@anja: anja, hilary swank chiama sempre capo clint eastwood in million dollar baby. Se tu mi chiami capo io mi metto a piangere e poi, se ce la faccio, ti dico:
"Brava ragazza, sei stata brava..."
(se non hai visto The million dollar baby non ti parlo fino a lacuna colmata :D)

Anja ha detto...

Ma adesso io ti chiamo capo per sempre, mica scherzi...
però tu mi devi portare un po' più di fortuna che la hillary in quel film, sai, capo....

kabalino ha detto...

@anja: io ti guarderò le spalle come se fossi mia figlia ma tu devi promettermi di proteggerti...E poi se ti vai a rivedere i miei auguri ti ho imposto la felicità, e quella sarà.

Mat ha detto...

e vabbè...che ce frega kabalino, che ce importaaaaa!
:)

Anja ha detto...

con la sola forza delle mani Kab mi ha imposto la felicità. Epperò. Me lo scrivo su un cartoncino e lo metto nel portafoglio, mi sa.

LB ha detto...

Uh, ma grazie!!!

L'avvocatessa ha detto...

La Romagna è un posto strano.
Una terra di silenzi di piombo (metafisici...) ed eccessi, di manichini e pazzia (pare che vanti il tasso più alto di follia di tutto lo stivale).
La Romagna non è un posto dove andare o dove restare: è un posto dove tornare.
Forse, anche io ci tornerò presto.
Fosse solo per catturare un sorriso.

:-)

Grande, Kab...

Avvocatessamalinconicaeleggera

Baol ha detto...

Premetto che non so se tutto quello che scriverò su questo commento sarà leggibile. Perchè? Perchè sono in ginocchio davanti al pc con il capo chino, in adorazione di questo lungo post e quindi ci potrebbero essere degli errori di battitura.
Kabalino, prendiamo noi in gestione la piadineria fino a quando la signora non torna, perchè tornerà più piadinara di prima, sono sicuro! Tanto noi ormai siamo pratici di baracchini e poi, come jedi, dovremmo essere bravi a fare tutto.
Chiunque ti ha assegnato un premio od una citazione ha ragione: il passaggio delle tue dita sulla tastiera fa uscire fuori delle parole magnifiche, secondo me riusciresti a scrivere un gran post anche ticchiettando a caso.

bdp ha detto...

ehm...fare no...però sono molto esperta nel mangiarle ;D!!!

MariCri ha detto...

la storia della signora del baracchino è così struggente, che spero finisca come le fiabe: con un lieto fine! io sono stata solo una volta in Romagna e non mi è piaciuta, ma forse ho visto solo l'aspetto commerciale...non abito poi così lontano, primao poi devi aiutarmi a farmi ricredere sulla prima impressione, che sono sicura sia stata frettolosa!

Inenarrabile ha detto...

"In bocca al lupo" mi sa che se l' è fatto bastare, perché è sempre meglio di tante parole che poi possono anche far stare male di più, anche se dette inconsapevolmente.

:)

P.S.= Forse, tu non lo sai ancora ma devi immaginarti la ragazza dell' immagine nel mio blog, con il sottofondo della "cucaracha", lei la balla ogni volta che non la guardi, poi appena le poggi gli occhi addosso si blocca... è timidina :-O

P.P.S.= ;) il post è bellissimo ;)

alicesu ha detto...

io non riesco nemmeno a tenere un segnalibro.. Ormai faccio solo le orecchie ai libri.
Mi ci sono rassegnata.
Dicono che si capisce come una persona tratta le altre (persone) da come tiene i suoi libri.
Spero non sia vero...

francesca ha detto...

io mi prostro ai tuoi piedi e ti ringrazio per le meravigliose cose che hai scritto. c'è un post di commento anche sul mio blog..
ma quindi per meme cosa si intende? Devo fare qualcosa? Scrivere un post analogo? Perdona l'ignoranza e grazie ancora per le tue parole bellissime :))

desaparecida ha detto...

bene io ti passo a prendere...e da me ti ho fatto 1 proposta di dove errare....ma accetto controproposte!
un baciuzzo

kabalino ha detto...

#mat: ma sì, 'nfatti :-)

#anja: io mi concentro forte e vedrai che qualcosa succede...e poi, secondo me, con te è facile perchè sei piuttosto predisposta a questa cosa che è la felicità

#Lb: Uh, ma prego!!! :-)

#avvocatessa: guarda che io non ci credo alla tua malinconia, per come ti sento io tu hai troppa energia per essere malinconica. Ma hai origini romagnole?? In romagna, ogni nucleo di persone ha il suo matto (basta vedere Amarcord) ma sono matti buoni e a cui si vuole bene. Io amo la Romagna. Punto. E qui ci vivo, senza discussioni.
Grazie ;)

#Baol: io dico che sei troppo buono, che la tua amicizia jedi ti fa dire cose un pò esagerate. Però, grazie eh...che io mi commuovo facile. Tirati su, che la genuflessione non è da jedi :-)
E' che magari il post che sento proprio di dover scrivere mi viene un pò meglio degli altri...mah, chissà...
Abbraccio jedi :D
(che dici la prendiamo davvero la gestione della piadineria? Guarda che è un'arte...)

#bdp: allora mi sei affine, perchè pure io ho quel tipo di esperienza che hai tu :))

#maricri: quella storia del divertimentificio non c'entra nulla con la mia romagna. Ti faccio un esempio...Riccione: odio riccione per come è conosciuta, ma nel suo retroterra ci sono colline talmente belle che ricordano il montefeltro. E poi il parco del delta...Ti farei ricredere in 5 minuti :)

#inenarrabile: infatti non sapevo proprio che dire di altro...mi è scappato solo in bocca al lupo.

Che era timidina l'avrei detto...e la cucaracha mi piace, la immagino facile.

Grazie, eh. ;))

#alice: ognuno esprime l'amore come sente... e io lo so che tu ami i libri. E poi se fai le orecchiette alle persone non è così grave ;)

#francesca: ma mica mi devi ringraziare, ho scitto quel che ho scritto perchè lo sentivo...te l'ho detto che vado a sentimento. Adesso ti vengo a leggere. Ma ci manca solo che ti prostri...che fai come Baol? ;D
(rifai un meme tale e quale...elenca cinque blog che ami...comunque se vai a vedere nel blog di chi mi ha nominato capisci meglio)

#desa: bon, allora vengo a leggere. Quanti panini ci metti nello zainetto?

desaparecida ha detto...

sapevo che il progetto di sarebbe piaciuto,allora pianifichiamo tutto e andiamo....sai proprio ora con baol parlavo di te...sarà 1 gran bel viaggio!
I panini 1 po'....ma ti ricordo che ho il fuoco magico....e pensa io so pure cucinare!
ti abbraccio...buonanotte kabalino

kabalino ha detto...

Desa, guarda che se sei un'artista di quella meraviglia che è la cucina siciliana (la pasticceria!!!) non mi prendo su nemmeno un panino e nemmeno lo zainetto; mi affido in toto alle tue sapienti mani :)

Prescia ha detto...

eco...ho trovato cosa fare di tutti i miei biglietti dei concerti degli u2....
kaba...tu sei un grandissimo...e grazie per avermi menzionata e per avermi lasciato fare un piccolo orticello nel tuo cuore...
kiss...kiss...

Guernica ha detto...

OOO sei tornato!...ma ora non è che risparisci???;)))

Anja ha detto...

guarda, capo, non lo so non lo so. in questo momento preciso mi chiedo se non sono proprio io che ci remo contro. Ma mica si sanno prima queste cose e non si possono portare avanti le lancette, quindi tu continua ad imporre, sai

poi fra un po' capirai

PIDEYE ha detto...

iL post sulla piadinara mi ha commosso e divertito..e quando leggo il tuo blog mi vergogno del mio;) E poi non mimstupisco di non avere nemmeno una nomination;) sarebbe come dare l'oscar a Sandra MIlo ;)

Finazio ha detto...

Mi permetto di aggiungere anche il mio "in bocca al lupo" per la tua piadinara. Sono arrvato qui grazie al blog di Alice e la ringrazierò sempre per questo.

ALittaM ha detto...

Ehi Kaba mi hai lasciato fuori! :P

Vabbeh, in fondo ne hai segnalati così tanti e simpatici che ti sono grata lo stesso... molti li conoscevo, altri no ed è stata una bella scoperta!

Ciaoooo e buon 2008!

enzorasi ha detto...

kabalino nominato! E non poteva essere altrimenti. Se ti va vai sul mio blog e capirai. Ciao

Giovanna Alborino ha detto...

ciao kabalino, passo per un saluto...

artemisia ha detto...

Bè, io non ti ho nominato solo per via di quel certo comandamento secondo il quale non Ti si deve nominare invano...

:*

Baol ha detto...

Guarda, mia nonna è cittadina onoraria di Riccione (e questa è la pura verità) e quando aveva chi le procurava dello strutto come si deve faceva delle piadine magnifiche...fai un po' tu...

...però...quando ti va, un altro post jedi si può fare ;)

Anja ha detto...

ecco baol pure tu allora, piuttosto che fare gli jedi, o anzi mentre li fate, potete esercitare la forza nell'imparare bene queste ricette quasi sperdute?????

Io che mai avrei lasciato quel mio ex se sua nonna non si fosse scordata di punto in bianco la ricetta delle sarde a beccafico


(scherzo eh) (ma voi applicatevi sul serio)

desaparecida ha detto...

mio dolce kabalino....ma allora mi sottovaluti....
vedrai come ti rifocillo!
un abbraccio della buonanotte!

kabalino ha detto...

#prescia: sono un grandissimo perchè il mio metro e novanta ce l'ho tutto, ecco perchè sono un grandissimo...e poi le cose non c'è bisogno che te le dica perchè già sai quanto mi piace il tuo blog e tutto il resto...nel mio cuore vengon bene le patate, quindi negli orticelli io consiglio patate...grazie prescia, un abbraccio (dici che la devo brevettare la cosa del riciclo dei biglietti come segnalibri?) :))

#guernica: ma più o meno ci sono sempre...se hai bisogno di qualcosa citofona e vedrai che rispondo :)

#anja: ragazza, che succede? non so...io credo che remare contro, a volte, sia una forma di difesa, un voler aspettare per capire meglio. Si deve avere la pazienza di non avere fretta...che poi le cose si rimediano. E poi, remare contro, può anche voler dire remare verso una felicità più grande...che nella vita non si sa mai. Comunque ti confermo la tua predisposizione alla felicità...ho controllato.

#pideye: guarda che m'arrabbio e arrabbiato non m'hai mica mai visto. Il tuo blog è bello quanto il mio...tu ci scrivi le tue cose e io ci scrivo le mie. I blog son belli per questo, perchè alla lunga, nel blog, uno ci scrive le cose sincere...E poi sei troppo gentile e per questo ti ringrazio ;)

#finazio: grazie e benvenuto, fai come se fossi a casa tua...e visto che sei qui direi di ringraziare alice...così...perchè c'è e per le cose che scrive...:)

#alittam: Ti ho lasciato fuori perchè sei già dentro al mio cuore, nel tuo orticello (che dici...son troppo parac*lo?...è che se le cose le penso...le dico e punto, oh). Gli auguri già te li ho fatti ma te li rifaccio...un 2008 tosto di quelli che lasciano il segno (in senso positivo, eh)

#enzo: troppo buono, grazie. Speriamo che questa cosa del premio pensante si esaurisca perchè ha già fatto il suo corso.
Però il fatto che abbiate pensato a me piacere mi fa piacere...


#giovanna: grazie...che poi adesso anch'io passo a salutare te e anche tutto il golfo, perchè le cose belle non vanno mica dimenticate :)

#arte: mi sa che sei in odore di scomunica...una cosa così non si può mica scrivere...però mi viene spontaneo di darti un abbraccio, posso?


#baol: le cose tornano sempre...quindi nelle tue vene scorrono piadine...bene, bene...
si scrive sì il pezzo jedi, che poi, un pò, è già impostato :)

#anja: noi jedi c'abbiamo la memoria capiente, tipo come averci due HD da 500gb, per dire...le ricette le ricordiamo tutte, anche le sarde a beccafico, non ti preoccupare :)

#desa: no, no...non ti sottovaluto proprio per niente...è solo che io sono sensibilissimo alla cucina siciliana ;)

desaparecida ha detto...

e infatti mio caro compagno di copertina....senza tv io e te faremo 1 giro meraviglioso sul castello....ci sentiamo x la buonanotte
PS=link sistemato scusami....sono un po' imbranata!

Baol ha detto...

Io le sarde a beccafico le faccio ad occhi chiusi...fanno schifo :D

alicesu ha detto...

Finazio: sapevo che ti sarebbe piaciuto....

alicesu ha detto...

Finazio: sapevo che ti sarebbe piaciuto....

artemisia ha detto...

Certo che puoi.

Prescia ha detto...

beh io la brevetterei l'idea.... e ci metterei anche una calamita che fa più comodo...
così poi li vendono in feltrinelli...
;)

PIDEYE ha detto...

Mi viene in mente una scena del film "la febbre" quando fabio volo ubriaco parla del vino del collega e dice "sarà pure un vino sincero..ma fa proprio schifo" ;) eheheh

E comunque...voglio anche io una nomination..uff....sono invidiosa gelosa e triste...chiamami pure kalimera ;)

desaparecida ha detto...

buonanotte kabalino.....

Giovanna Alborino ha detto...

esaurita i segnalibri comprati,metto pezzetti di carta..con tanti libri non bastano mai..

ciao kab

Baol ha detto...

Buongiorno Kaba!

mario ha detto...

kabalino bellissimo blog verrò a leggerti spesso...
non è una minaccia

Anna ha detto...

Bellissimo post, lungo, lunghissimo, ma,nonostante io non riesca mai a leggerli fino in fondo quelli lunghi, l'ho letto tutto. Anche io ho una serie di libri iniziati e mai portati a termine. Sono lì: li guardo,mi guardano, chissà! I segnalibri poi sono sempre vecchi biglietti di cinema, teatro,mostre, ma anche di autobus e metro e treno: non avevo mai pensato che, in effetti, concedo loro una seconda vita.Ora ci penserò ogni volta che mi capiteranno fra le mani.
Passerò nel tuo blog, anche se non prometto di leggere i post lunghi fino in fondo, mi inventerò un segnapost, forse :-)
Grazie per essere stato da me.
Un saluto e un abbraccio.
Anna

supermacvale ha detto...

Io di libri cominciati e semi-abbandonati sul tavolino ora ne ho 4. Solo in uno c'è un segnalibro del piccolo principe, agli altri ho piegato le pagine.
Mi piace piegare le pagine, la piega non scappa se il libro cade :)
ciao kaba ( e crepi il lupo della signora, che già mi ci sono affezionata!!)

My funny Valentine ha detto...

Ma che bello! Talmente bello che mi accontenterei di essere il mattarello della signora piadinara, l'euro di debito o il gelso secco, la pedalata in sella alla bicicletta e anche il telone che vi ha riparati dalla pioggia... Bello, vero, commovente e anche lieve.
Ma non aggiungo niente di nuovo, mi sa. Qui tutti sono rimasti incantati...
:-)
V

Lieve ha detto...

Devo dire che questo post mi ha lasciato un po' frastornata o.0
Sai, all'inizio ho provato un'insensata piccola felicità pensando a quel biglietto dei radiohead che viveva la sua nuova vita da segnalibro, poi però il racconto sulla signora delle piadine mi ha rattristato. In realtà non sono una persona estremamente empatica, ma hai scritto delel cose di lei che mi hanno dato l'impressione di conoscerla un poc anche io.
Che dire? Spero che l'operazione riesca e anche se venderà il negozio delle piadine, abbia un'altra possibilità anche lei =)

kabalino ha detto...

#desa: ci conto...

#baol: se fanno schifo anja ha fatto bene a smollare quello là :)

#alice: grazie della fiducia :)

#artemisia: fatto! :)

#prescia: andata...ti spedisco la busta col brevetto che poi ci metti la firma da notaio...poi si fa 50 e 50 :)

#kalimera: non esser triste che non ci son le fondamenta per la tristezza...io, nella fattispecie, sarei fabio volo ubriaco?

#desa: buongiorno desa... :)
(metti a punto la ricetta degli arancini, eh, mi raccomando...)

#giovanna: no, ma giovanna...anch'io faccio così...però, boh...i foglietti strappati...non so...tu che dici?

#baol: buongiorno, ma te non puoi tirar fuori dei manager, così, di punto in bianco...

#mario: grazie, idem per me, che quel divano lì...boh...c'ha una certa attrattiva.

#anna: grazie mille e benvenuta...ma così lungo è proprio un caso e comunque cercherò di farli più corti, che pure io mi stanco a pigiare sui tasti. :)

#vale: vinco io 9 a 4...io non riesco mica a piegarle le pagine, ci provo ma non si piegano...
Speriamo che muoia davvero quel lupo lì (che tanto non è mica un lupo vero...)

#valentine: grazie per le cose belle, dentro mi commuovo sempre quando mi si dicono delle cose belle, anche se so che sono un pò esagerate :)

#lieve: sono felice di averti fatto diventare un pò più empatica...che poi il segreto delle cose scritte sta tutto lì...le regole non contano mica tanto, l'empatia sì.

Banana ha detto...

Ciao Kabalino.
Sono appena arrivata nel tuo blog e mi piace, mi sembra un posto accogliente. Quello che hai scritto sulla tua piadinara sembra scritto tutto d'un fiato come sull'onda reale dei tuoi pensieri.
Anch'io come segnalibri uso tutti i biglietti vecchi di concerti, di cinema e di auguri di compleanno.
Grazie per essere passato da me, a presto eeee W le piadee!!
Banana

stellavale ha detto...

Bentornato! certo che è dura leggere tutti i blog. Io riesco poco!

kiara ha detto...

Io solo una cosa voglio dire, chè anche se te l'avranno già detto in mille, diobono come scrivi bene!
E poi volevo dire anche che dopo questo racconto la piadinara i figli e la figlia, mi stanno simpatici pure a me ecco..
baci.

ANIA ha detto...

Leggo spesso il tuo blog, diciamo quasi quotidianamente, al par mio racconti della tua vita e questo è davvero bello pichè mi rendi partecipe.
Ciao
Ania

patty ha detto...

per quel poco che può sevire mi associo anch'io all'in bocca al lupo x la signora delle piadine....speriamo vada tutto x il meglio!!
e x i blog...beh, uno spunto x farmi un bel giretto esplorativo ;)!!

kabalino ha detto...

#banana: grazie davvero...ma io pensavo che la mia idea del riciclo dei biglietti fosse originale...uff...w la piada sì :)

#stellavale: ci son giorni che riesco a leggerne parecchi, altri nessuno...però il mio impegno ce lo metto :)

#kiara: il bacio te lo darei io a te...che una che mi dice diobono(!) come scrivi bene minimo si merita un bacio :)

#ania: ania ho letto il post che hai scritto su di me...grazie, io su ste cose mi commuovo facile...commenterei di là ma non riesco e allora ti ringrazio qui.
Insomma, se ti ho trasmesso tutte quelle cose son felice. E guarda che dal tuo mondo di uomini rudi e pratici io non ci son mica tanto distante...se ti dicessi cosa faccio nella vita sai la sorpresa...

# patty grazie...speriamo dai, che con tutti questi in bocca al lupo non può che andare bene...valli a vedere che meritano :)

Baol ha detto...

Fidati kabalì, è un signor manager, ha contatti pure in India... ;)

Annachiara ha detto...

Kaba, esimimi dalla lettura degli sfavillanti 64 commenti, per chiederti come diavolo fai con quell'unico biglietto a tenere il segno dei tuoi 9 libri sul comodino?
Love and respect per l'anno nuovo!

Amaracchia ha detto...

prima lascio cenno di vita, poi leggo domani mattina...che sn stata pur enominata ma nn ho capito bene per cosa o_O

kabalino ha detto...

#baol: te lo sai che io mi fido di te, però dirle prima le cose...
:)

#annachiara ti esimi...esimimi...insomma ti esento dal leggere tutti sti commenti; no, ma il biglietto dei radiohead sta tenendo il punto in questo libro che si chiama Conversazioni con Kafka...negli altri ci son delle altre cose, tipo anche uno scontrino del supermercato, per dire

#amaracchia: ah! ma guarda un pò...credi di restare tra noi adesso o ti servon ancora pause riflessive, no, almeno dillo così ci prepariamo; sei stata nominata perchè sei socia onoraria del baracchino ma a stò punto...
:-*

desaparecida ha detto...

ah....chiariamo 1 cosa la ricetta è già a punto...sevono solo "pansa e presenza"!

Madison Fallen ha detto...

mi hai fatto venire gli occhi lucidi..