lunedì 15 ottobre 2007

Le mosche della frutta

Ieri non avevo pensieri e così ho guardato America oggi. E America oggi è pieno di elicotteri che volano sopra la città di Los Angeles, dentro la città di Los Angeles, dentro quella città con nugoli di mosche della frutta in ogni angolo, che nel film non si vedono ma che in realtà ci sono. Che io non ho capito perché questa mosca della frutta sia così pericolosa, ma lì in quella città si davano un bel daffare con gli elicotteri per sterminare più insetti possibile, che la stessa gente di Los Angeles aveva una paura fottu*a di prendersi qualche tumore, a forza di veleni sparsi nell’aria . E io lo sentivo dalla mia poltrona, ancora adesso sento l’odore della frutta marcia, della frutta forata dalle mosche. Che poi la frutta, lì nel foro, imputridisce, diventa collosa, schifosa...non serve più a nessuno, la butti nei maceri e l’aria diventa schiava di una pestilenza. E quando passi con la macchina non puoi fare a meno di chiudere il finestrino, di metterti una mano davanti al naso e alla bocca...e, anche se è caldo da morire e quel finestrino chiuso lo sfonderesti a testate, non puoi. Non puoi perchè quell’odore pestilenziale è la cosa più vicino alla morte che tu possa immaginare. E America Oggi è pieno di una normalità selvaggia, una normalità orrenda che lì in quel paese è all’ordine del giorno e se adesso saltano fuori delle persone che lì ci vivono e mi dicono che no, che gli Stati Uniti sono un grande paese delle opportunità e della libertà io non ci credo, e quindi risparmiatevi pure la fatica che io sono uno ottuso da spavento, che, se te gli dici una cosa che non gli va, si tappa le orecchie e fa nananananananana come fanno i bambini. E io un film dell’orrore come America Oggi non l’avevo ancora visto e ci sono rimasto di pietra. Che del sangue di un braccio tagliato o di un tizio truccato da vampiro io non ho paura, ma di una realtà verosimile dove la disperazione e la follia galleggiano a mezz’aria sì; sì, sì una realtà così non mi fa dormire la notte, mi fa stare sveglio come le civette di notte e i cani di giorno. E io se non dormo di notte divento intrattabile, faccio la fine dell’Uomo senza sonno che diventa magro, scavato, allucinato; ma io quella fine non la voglio fare, non voglio e non devo pensare, che poi il film di Altman è del ’93, e uno potrebbe dire che forse oggi non è più così, che magari oggi la gente non impazzisce di fronte alla quotidianità, che magari la normalità è diventata più normale di dieci anni fa...


E allora c’è questa madre nella Città degli Angeli, questa madre che ha vicino il suo bambino e lei e il bambino sono seduti sul divano; e c’è il marito appoggiato allo stipite, che mangia una roba piena di salse schifose. E la madre parla al telefono e dice sconcerie; che lei ha le tal misure, che lei ha i capelli biondi, che lei fa di tutto, qualsiasi cosa chiedi, lei fa.
E da ordini, e ne riceve, che per lei fare la padrona, o la schiava, o la bambina di quattro anni, non fa differenza. E quattro anni è l’età di sua figlia. E allora il marito la guarda, e nella faccia del marito nasce la follia. Dietro la pelle del marito si intravede il feto della follia, e muove le braccine e muove le gambine...
E io quando penso a Los Angeles penso a Lauren Bacall, e guardo se almeno una delle donne di Los Angeles ha gli occhi di Lauren Bacall. Ma niente, quello sguardo non c’è più. E allora divento un pò così, diciamo un pò amareggiato, perché La città degli Angeli che io amo è quella dei film di Hollywood a cavallo della guerra, quella in cui Bogart faceva il detective e alle donne al massimo rifilava uno schiaffo. Ed è anche quella che James Ellroy ha infilato di forza nei suoi romanzi, che io di romanzi noir non ne amo tanti, ma se leggo L.A. Confidential o Dalia nera è tutta un’altra roba; che io amo così tanto Ellroy che se dovessi prendere qualcosa per tirarmi su, penserei subito alle pasticche di benzedrina; che poi cosa sia la benzedrina non lo so mica di preciso, credo un derivato dell’anfetamina o roba del genere. E la Los Angeles violenta di James Ellroy fa tenerezza al cospetto dell’America Oggi di Altman.
E in questa America di oggi c’è un uomo ricco che parla al suo operaio povero: “Ehy Jerry, come va la guerra?” “Vincono i cattivi signore”; e c’è una figlia che chiede alla madre e la madre risponde: ”Parlami ancora di papà” “Non c’è un granchè d’aggiungere...bambina...era un testadicazzo. Inizio e fine della storia”; e c’è una moglie nuda che dice al marito nudo: “Mi fai sempre felice”; e un bambino al padre in un momento di felicità: “Papà, perchè non compriamo una scimmia?”. E intanto le mosche della frutta continuano a volare su Los Angeles, in mezzo agli angeli, e tutto diventa vischioso; e anche gli elicotteri volano, e tutto diventa scivoloso.


E ad un certo punto compare Jack Lemmon, smarrito nella Los Angeles di oggi e con una coppola bianca a righine azzurre sulla testa. Che nel ’93 Walter Matthau era ancora vivo, e Jack Lemmon un pò meno solo. E poi compare una cantante jazz, che ha i capelli rossi e una figlia che suona il violoncello e lo stringe tra le gambe. Che quel violoncello più che un suo amante, sembra suo figlio. La cantante coi capelli rossi è stanca e beve e ha una voce sofferente, con le corde vocali imbevute di disincantata tristezza. E c’è una pittrice che si macchia la gonna e se la sfila e sotto non porta la biancheria. E tutta questa gente è fantasmi tra le mosche.
Metto in pausa perchè America Oggi dura tre ore. Vado a bere un bicchiere d’acqua e accendo la tivù; e in tivù c’è un altro film di Altman, I Protagonisti, e anche qui c’è un attore che di là fa il poliziotto, e una pittrice, ma non so se questa, la biancheria, la indossi o no. E non faccio a tempo a riavviare il film che La città degli Angeli viene scrollata da un terremoto, non il terremoto che tutti aspettano ma non vogliono, quello che staccherà la faglia di S. Andreas dal continente e ucciderà Los Angeles; è un terremoto più piccolo che non spaventa le mosche. Ma per servire, serve...accelera le situazioni e conclude le storie.
C’è un uomo, truccato da pagliaccio; stringe un palloncino tra le dita. L’uomo spalanca la bocca e dal palloncino fa uscire dell’aria. Si sente uno stridio, fastidioso, pare che urli.

106 commenti:

Amaracchia ha detto...

Le mosche della frutta mi ricordano la biologia degli anni del liceo e quella lieve infarinatura di genetica datami.

Tra tutto lo scibile che hai messo sul fuoco non può non risaltarmi il caro vecchio James Ellroy, che ha l'odore di sangue e sudoree di camicie col colletto ingiallito, e non di quella Scarlett lì che mi fa una Kay rigida coi labbroni che non ha niente a che fare con la Kay di James.
Quanto mi fa rabbia poi quella hillary swank cavallina.
La dalia nera vive solo nelle pagine di James, c'è poco da fare.

Kabalaus, credimi, non posso esplicitare il perchè, ma ti assicuro ch el'inchino è doveroso.

Forse mi sono calata un po' troppo nella parte di agente segreto dopo l'investitura da cate...

kabalino ha detto...

#amaracchia: io vorrei essere così distrutto da andare avanti a forza di benzedrina...i film tratti dai romanzi di ellroy non li commento, son troppo belli i libri (cmq da l.a. confidential hanno tratto un film davvero notevole); a me la swank piace, ma in million dollar baby (che film!!!), molto meno in black dahlia...

va beh, su sta cosa dell'inchino mi arrendo, ma se devo dire, secondo me, ti riferisci al commento da baol...lì, quella roba su quel cretino di storace

Amaracchia ha detto...

No no, sarebbe troppo facile e scontato.
C'è della roba più sottile che i più non notano, e da ciò si deduce che sono nei meno o_O

Million dollar baby non l'ho visto, ma sulla swank non ho nulla da dire, tranne che in Black dahlia è assolutamente grottesca e fuori contesto.
E visto che ci siamo anche Josh Hartnett è una mummia, insomma...leggere prima il libro distrugge la visione, a mille film del genere succede.
IO per esempio mi son rifiutata di vedere Chiedi alla polvere con quel Tonno come protagonista, dopo averlo visto biondo non mi son più ripresa.

kabalino ha detto...

Resto nel dubbio, e mi chiedo che sarà mai questa roba sottile (mica saran le polveri?)...ragazza! million dollar baby lo devi guardare, lo devi guardare, lo devi guardare...(mentre lo dico ti sto imponendo le mani), ti dico solo che è il film più bello degli ultimi dieci anni, poi vedi tu...
Chiedi la polvere ce l'ho lì da guardare ma non mi sono ancora deciso...ho sentito che c'è qualche scena di nudo...e allora forse lo guardo...

Amaracchia ha detto...

Pure se è nudo di Colin "Tonno" Farrel?Non credo sia granchè...

Roba sottile che contesta e sobilla [come solo gli offlaga discopax sanno dire]

kabalino ha detto...

ah, ecco...il tonno era il buon colin...no il suo nudo non mi interessa...ma da buon tonno lo venderei ai giapponesi che loro saprebbero cosa farne; ma è un colin farrel a pinne gialle?

Va bhè, vuol dire che sarò un sottile sobillatore senza sapere il perchè...
e che faccio parte di voi pochi, anche se non so chi siano questi pochi...a volte è bello non sapere le cose.

Amaracchia ha detto...

Più che pinne gialle, con capelli gialli come in quell'orribile Oliver Stone decadente di Alexander.
Un Alessandro Magno parruccone non s'era mai visto.
Altra chicca Il Nuovo Mondo, un polpettone fattomi sorbire dalla mamma in tempi non sospetti con protagonista sempre Colin Tonno Farrel nella sua unica espressione facciale.
Chi ci è rimasto come buon attore oggi???

nonsisamai ha detto...

non sono neanche riuscita a finirlo di leggere questo post. dopo che uno si autodefinisce 'ottuso da spavento' cosa gli vuoi dire? ottuso da spavento, appunto. leggendo i tuoi commenti al mio blog non sembrava per questo mi prendo il disturbo di rispondere a questo delirio. talmente pieno di pregiudizi e -scusami- superficialita'. ma ci sei mai stato in questo paese di cui parli? e poi lo hai girato tutto da avere un'idea cosi' precisa? no perche' sai io che ci vivo da un bel po' non ce l'ho un'idea cosi' precisa come la tua. beato te che hai capito tutto. e' un paese grandino, sai? cambia radicalmente da stato a stato in ogni senso.
e poi mi verrebbe voglia di mandarti l'elenco della cronaca italiana di oggi, un giorno qualsiasi pieno di violenza come ogni giorno ovunque.
le cose succedono anche dietro casa tua. ops! mi dispiace turbare le tue infantili illusioni.

kabalino ha detto...

#amaracchia: buoni attori oggi? mmhh, domandina difficile...ci sono, in italia mi piace molto toni servillo, e negli stati uniti hanno comunque un'ottima scuola; e i loro attori sono decisamente superiori ai nostri...però, proprio bravi bravi...boh

#nonsisamai: in questi giorni creo solo risse; tra poco verrò a n.y., ma visto che tu ci abiti mi fido di quello che mi dici...non ti sto a ripetere che quello che scrivo spesso è più verosimile che vero, che non lo posso dire tutte le volte; la mia percezione di una società tendenzialemente sempre più violenta vale per l'intero pianeta, e quindi se parlassi dell'italia in un contesto come quello del post farei le stesse condizioni. Ma dai film, dai documentari e dai libri che leggo non credo di essere molto lontano dalla realtà nel dire che gli stati uniti sono la punta dell'iceberg di questo mi sentire, e se ti senti offesa mi dispiace ma non so che farci. Se ho un blog è proprio per scriverci quello che sento di voler scrivere...e, molto semplicemente, non leggerlo più.
Che come vedi qua non ci son feed, classifiche o robe varie, che di quello m'importa nulla.
E il posto è riferito ad America Oggi di Altman...comincia a prendertela con lui, che lì ci è nato e ci vive da più tempo di te, o con michael moore, o con tutti i registi indipendenti, o con tutti quelli che prendono su e vanno in canada a farsi curare...o coi duemila morti al giorno sparati, o coi genitori dei soldati morti in iraq che protestano e c'è chi fa finta di non sentire, o con quelli che vanno nelle scuole e smitragliano a destra e sinistra con una frequenza che non si è mai vista in nessun paese...insomma con tutte queste robe qui.
Oh, ma se mi dici che non esistono ben felice di saperlo dalle tue parole
(senza rancore, che non lo porto mai a nessuno)

kabalino ha detto...

*condizioni=considerazioni
posto=post

Amaracchia ha detto...

Noi abbiamo in sospeso quella disputa tra Homer e Stewie Griffin, perchè rimangono loro i migliori attori dei nostri tempi.

Kaba, il Tazz mi dice sempre che non devo infervorarmi per tutte le questioni che mi interessano, soprattutto quando sono altrui: faccio troppo eroina romantica, anacronistica e poco obiettiva [e poi mi sento male proprio fisicamente e non è bello].
Oggi credo lui abbia ragione.
Domani vedremo.

kabalino ha detto...

Sono davvero ottuso, loro due sono i migliori...A sto punto li premierei a parimerito, anche se la mia puntina di preferenza in più va a Stewie...
Amaracchia hai visto come mi trattano male?
E dire che io amo tantissime cose degli Stati Uniti...già qui ne abbiamo nominati un bel pò, Ellroy, I Griffin, I Simpson...
Tu sei un'eroina romantica, ma oggi parli in codice cifrato e io non capisco a cosa ti riferisci...
Ho mal di schiena, vado a dormire...
buonanotte e non stare male per niente...

Cate ha detto...

Per ma tonno farrell in realtà è un bovino: la lo sguardo da bovino che rumina.
Solo un pelino meno intelligente.

La violenza è all'ordine del giorno ovunque, purtroppo.
Anche qui ogni tanto ad uno gli parte il coppino ed uccide tutti i vicini di casa.
Anche qui la gente muore e la trovano dopo mesi, perché nessuno se ne è curato.

Solo che l'Italia è un ciccinino più piccola dell'America, e con molte meno contraddizioni.
Molte meno culture.
Molto meno razzismo palesato.
Che non vuol dire che non si sia razzisti, nel profondo.

Basta vedere Crash, contatto fisico, per rendersi conto di quanto sia lirica persino la violenza, raccontata per bene.

Ma non si può stigmatizzare una società intera senza partecipare della sua cultura facendone parte.
E' troppo sbrigativo.
E anche un po' qualunquista.
Oltre che forcaiolo.

Il loro amor di patria per noi è ridicolo. Per loro è fondamentale.

Questo per dire che in fondo non abbiamo i mezzi per capirli, e quindi neanche quelli per giudicarli.

Basta anche solo pensare alla superiorità schiacciante del cinema americano, nella creazione di sogni e suggestioni che restano nell'immaginario collettivo internazionale.

Condannare tutto il corpo per un dente cariato non può essere un'alternativa valida.

I feed servono per facilitare chi ti vuole leggere.
Le classifiche non c'entrano.

Mi si stringe il cuore a sentirti parlare così.
:(

Cate ha detto...

Anzi.
:*-(

Cate ha detto...

Che poi spiegami come faccio adesso a continuare a mangiare la frutta col pensiero delle mosche?!

kabalino ha detto...

#cate: guarda, non riesco nemmeno a dormire per quanto soffro di questa cosa; ma preferisco dare una pessima impressione di me piuttosto che stare qui a giustificarmi; e dico solo che ci sono cose che amo degli stati uniti e cose che odio; cose che amo dell'italia e cose che odio; cose che amo della francia e cose che odio.......
E per me Altman è un'artista, e quando osservo un quadro, o leggo un libro, o guardo un film...dentro mi rimane un'impressione. L'impressione è irrazionale, è un moto dell'animo e la razionalità, la mediazione, l'intelligenza non c'entrano nulla; è come avere il coraggio di parlare dei propri sogni. Non ho fatto nè un post giornalistico, nè un saggio, nè un reportage; ho riportato un'impressione.
L'unica cosa che mi dispiace è di averti ristretto il cuore, che quello serve sempre. Però tu hai ristretto il mio. Se ti va facciamo finta che anzichè di una stretta di cuore si sia trattato di una stretta di mano...e torniamo amici...
ma se non ti va, in qualche modo farò che tanto io ho il cuore di pietra.
(e poi charlie brown è un bambino americano e tu lo sai quanto ami charlie brown...ma la gente che ne sa...parla, parla...e se scrivo che sono ottuso ci crede pure...come se un matto scrivesse che è matto...io ascolto tutti e se capisco di aver sbagliato ci soffro su...ma che ne sa la gente)

nonsisamai ha detto...

mi sembra che cate abbia sintetizzato molto bene anche il mio pensiero.
ovviamente il blog e' tuo e ci puoi scrivere quello che ti pare, ma mi sento in imbarazzo per te perche' ne vieni fuori davvero male. insomma, mi dispiace, ti avevo anche linkato, avevo stima per il tuo blog.
tra tutte le castronerie che scrivi c'e' che in teoria io (ma cosa ne sai tu delle mie opinioni politiche? e di me in generale per giudicarmi?) me la dovrei prendere con altman o moore, che in realta' fra l'altro adoro, per esprimere le loro opinioni sui problemi e le contraddizioni di questa societa'.

ma non lo sai che il bello di questa cultura e' che i suoi piu' feroci critici sono gli americani stessi? devo ricordarti chi ha fatto fermare la guerra del vietnam o dove e' cominciato il movimento no global per esempio?

ma perche' non ti informi prima di scrivere? eviteresti brutte figure.

stammi bene.

kabalino ha detto...

se c'è una cosa che credo di fare è informarmi...se non ti è bastata la mia risposta e quella che ho dato a cate, mi dispiace ma davvero non so cosa farci. In un certo modo so di aver sbagliato di avere scritto il post come l'ho scritto, e se sono qui a quest'ora a scriverne è proprio perchè questa cosa mi dà fastidio. Ma la mia è un'impressione che ho provato guardando quel film...e alterarla sarebbe come mentire.
Io non ce l'ho mai con le persone ma con i sistemi, e giudico quei sistemi che a mio avviso sono più crudeli e violenti. Probabilmente sono stato superficiale, ma reagisco d'impeto ad ogni cosa che mi provoca emozione.
Cercherò di starti bene.

kabalino ha detto...

Lo so che con questo commento faccio ulteriore danno...ma gli anticorpi si formano e lavorano nel momento in cui un organismo è aggredito da agenti esterni.
(ci manca solo che in una società liberista non si formi un movimento no global, o non si formi un movimento anti-militare...che di guerre, lì, ne sono state mosse un bel pò anche dopo il vietnam)
E ti dico questo non perchè voglio fare polemica ma perchè lo penso.

kabalino ha detto...

comunque amerei davvero sapere quali castronerie ho scritto, e vorrei sapere se hai almeno visto America Oggi. Che io è di quello che stavo parlando...te lo ripeto se non l'avessi capito.

Alabama ha detto...

La polemica infuria (e io non c'entro, graziaddio!!) ma volevo solo dire:
che bello America Oggi.
E Ellroy.
E Million Dollar e la Swank (che secondo me di Black Dahlia e' la cosa migliore)
E vorrei anch'io della benzedrina, me ne fa un etto?
Grazie.

La Guressa ha detto...

Altman...maestro del realismo americano degli anni '70...Se hai occasione vediti anche gli altri, per esempio: Tre Donne

kabalino ha detto...

#alabama:...un etto di benzedrina...pronti!
la polemica si è già chetata, e concordo con tutte le bellezze che hai sottolineato tu.

#guressa: degli anni70 ho visto Mash, Tre donne e Il lungo addio e spero di vedere anche gli altri prima o poi...ma di sicuro non ci faccio un post.

Cate ha detto...

A me il cuore si è ristretto quando hai detto che se uno non è daccordo con te può fare ameno di leggerti... Non per Altman o la critica all'America.

Ognuno ha il potere e il dovere di dire la sua.
Specialmente sul proprio blog.
Ma è giusto anche accettare le critiche.

Io non ho bisogno di dimenticare una stretta al cuore, nè credo che una discussione basti a interrompere un'amicizia.
Al massimo direi che è il contrario.

Nella vita si trovano tante persone che la pensano come noi, e tante che pur non pensandola come noi, fanno finta, per quieto vivere, di essere daccordo.
Io amo quelli che me lo dicono in faccia, perché so che la loro, di faccia, non me la volteranno quando più gli conviene.

E se sbaglio, mi aiuteranno a correggere la rotta.
E viceversa.

Altrimenti tanto vale comprarsi uno specchio e un registratore.

Oltretutto, @nonsisamai, molto fa il tono e l'obiettivo che si assumono in una discussione.

Critica l'idea, se non ti sta bene, ma l'uomo dietro l'idea non puoi identificarlo e ridurlo a quell'unica idea.

Rischi di cadere nella superficialità di cui lo accusi.

Amaracchia ha detto...

La questione sollevata non è "Chi non mi condivide non mi legga", ma "chi non mi condivide faccia a meno di farmi i sermoni su ti pensavo diverso", perchè la conoscenza attraverso blog e letture di post è talmente superficiale che non c'è giustificazione su tali riflessioni.
Posso capire che ci sono dati alla mano che ci sfuggono e che rendono i nostri giudizi mai completi, però uno le sensazioni può averle senza che gli si dia del superficiale, perchè se poi vogliamo proprio andare a mettere i puntini sulle i di tutti quanti ci impiegheremmo 23 ore al giorno e magari si partirebbe tutti a demolire quello che scrivo io, che non sarebbe nemmeno tanto male [demolirlo ovviamente].
Cate tu dici una cosa saggia in questo senso, anche perchè in questo post non c'è rotta da correggere, nel senso che non si è espresso mica un giudizio sull'America [che di note cattive sai quante ne avrebbe?], ma solo la trasposizione di una immagine dell'America stessa, che come tale è personale, ergo se tu non sei d'accordo non commenti.Non c'è mica l'obbligo di frequenza.
Che poi Kaba nella sua vita al di fuori del blog può essere chiunque, ma se pure fosse un ottuso a noi che ci importa?

Cate, a proposito di immagini, tu me ne hai data una insostituibile: ora con Colin bovino Farrell tutto torna.

kaba, so già che sbaglio a pubblicare il commento, Tazz mi redarguirebbe perchè non vuole che mi agiti, ma è stato più forte di me.
Devo ancora perfezionare l'impermeabilità emotiva.

kabalino ha detto...

#cate: ho sbagliato a dire quelle cose, ma io le critiche le ascolto e poi ci riparlo su, e ci riparlo su pure troppo...e credo di aver sottolineato un aspetto degli stati uniti che esiste, che la crudeltà di un sistema resta al di là della gentilezza delle persone, della bellezza dei paesaggi e delle città, della grandezza del cinema (che io adoro) e degli scrittori, della poesia di charlie brown e di tutto quel che si vuole...che lo ripeto, se ci sono tante cose che non amo, ce ne sono altrettante che amo...ma questo vale per tutti i paesi di questo pianeta (ma visto che gli stati uniti sono grandi e dominanti...);
basta che leggi quello che ha scritto Nonsisamai, se quello è il modo di porsi...non sarò costruttivo io...ma pure lei...
E per il dente cariato di qualche post fa...io lo vedo più come un tumore, maligno...ma è questione di punti di vista.

#amaracchia: grazie di aver capito.
Non l'ho mai fatto ma ora ti abbraccio. E fuori dal blog sono una brava persona, meglio che questa qui del blog.
E l'impermeabilità emotiva è una brutta roba...

Cate ha detto...

Siamo diventati come Lorelai e Rory.
E un filo Dawson CreecK.
Sono commossa.
:)

Cate ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
kabalino ha detto...

Posso fare Rory, che io fare il ragazzo gne gne mi ci trovo da dio...e in Dawson creeck vorrei fare Joey, che quel ghigno facciale che fa ogni tanto la moglie di tom cruise mi ha sempre affascinato un casino...e poi sono abile a salire per le finestre, e poi quando ero alle elemntari dicevano che ero così bello che assomigliavo a una ragazza (che un pò mi vergogno, ma di fronte alla realtà...) ;D

Cate ha detto...

E infatti io ho parlato proprio di modi @nonsisamai.

E @amaracchia: a me piace timbrare il mio cartellino dal kaba.
E poi questi scambi secondo me sono un terreno privilegiato di conoscenza.
E di crescita.
(L'ho ripostato perché avevo fatto un errore di ortografia)

Amaracchia ha detto...

Joey di Doson cric
è l'emblema di donna gne gne, più di Rory credo.
Mai odiato più una donna in vita mia.

Cate ha detto...

Confermo.
E a me quell'espressione col labbro leporino mi ha sempre fatto pensare che c'avesse un nervo che le tirava.
@kaba: la tua femminilizzazione mi inquieterebbe.
Tu sarai Dawson.
Anche se Pacey era più figo.

kabalino ha detto...

#cate: ma qui la timbrata è libera, che se uno vuol stare pure fuori mezz'ora per la pausa caffè lo può fare che io non dico niente

#amaracchia: appunto! Joey è la regina della gnegneria. e io ben lei voglio fare che più divertente di lei da interpretare chi c'è...
ma hai presente l'espressione che faceva con la bocca? ma che roba era?

Baol ha detto...

Ciao Kabalino :)
Ho letto il post ed i commenti, non dico niente perchè in questo periodo sono abbastanza stanco di discussioni, anche perchè in questo post non avrei niente di cui discutere.
Voglio dire solo che la penso come Alabama su Ellroy (L.A. Confidential è un capolavoro...ma anche il film è molto bello), Million Dollar e la Swank. Non ho mai visto film di Altaman, magari un giorno li vedrò...oppure no, non lo so. Poco importa in fondo, forse siamo fatti anche per sbagliare :)
L'importante è non credersi portatori sani della verità ;)

Amaracchia ha detto...

Maronna!Che odio mi fate montare dentro!Con quei maglioncini slabbrati(per rimanete in tema labbra) e la perenne indecisione....

Ok seconda regian delle gnegne: Meredith di Grey's Anatomy.
Non potete che essere d'accordo...

kabalino ha detto...

#baol: hai ragione, basta discussioni...è rimasto scoperto il ruolo di pacey, se lo vuoi fare è tuo (io mi infervoro, ma penso di non ritenermi portatore sano di verità...che poi sulle cose ci sto male e mi vengono i dubbi).

#cate: che schifo dawson, più insipido di lui non c'è nessuno e poi che capelli aveva? Che io avrei voluto fare il regista, ma di talento, non scarso come dawson...uffa

Cate ha detto...

Va bene...
Ho capito che non mi ami più.
Che mi mandi a prendere un caffè da sola, un po' come si manda un figlio discolo a giocare a pallone sull'autostrada.

Soffocherò i miei dispiaceri nella frutta marcia.

kabalino ha detto...

#amaracchia: guardo solo il dottor house, niente grey's anatomy...ma Joey quanto le tirava le maniche di quei maglioncini slabbrati?
Sì, sì, lei è la regina della gnegneria...ma, Amaracchia, tu non devi odiare così tanto...
Bon, vado, che qui la discussione sta prendendo la tangente...

kabalino ha detto...

#cate: eh, ma si sa...i grandi amori fanno giri immensi ma poi ritornano....

ma oggi abbiamo assunto tutti della benzedrina?

Amaracchia ha detto...

Ma è odio sano, quello che ti fa cambiare canale e ti indirizza la vita nel senso giusto, mica la voglio morta, anch eperchè poi, per joey, tom cruise è già sufficiente come come punizione.

kabalino ha detto...

poverina, tom cruise, scientology, poverina, il labbro leporino, il nervo tirato, poverina...

Baol ha detto...

Anche io faccio così Kaba: sono Dr. House che mi piace assai!
La puntata di mercoledì scorso è stata mitica...la scena con la Cuddy gliela invidierò a vita :D

alicesu ha detto...

ma a un post del genere io cosa posso rispondere?
E' un piccolo capolavoro del web.
Ed io america oggi ancora non l'ho visto.

Anja ha detto...

E va beh. Mi sento sempre ignorante qua, che sei riuscito in fila a nominare altri 3 o 4 film e libro che non ho mai letto.

E non ho letto attentamente i commenti, ma io non ho avvertito offensività. boh. la scrittura sempre strana, come rimbalza.

Anja ha detto...

Però adesso mi è venuto in mente di botto Magnolia, e la caduta delle rane e Crash, tutti e due ambientati a Los Angeles. Lo capisco credo quello che vuoi dire con il senso di malessere ma normale, di straniamento ma normale. Io quei due film lì, li ho sentiti molto veri, di quando a LA ci sono stata.

kabalino ha detto...

#baol: .......
Cameron ci prova, ma contro la Cuddy non c'è proprio partita.
Fermo, fermo fermo...qui si parlava di doson crik...se vuoi ti scegli uno di sti personaggi qui...che se c'è da fare il dr. house lo voglio fare io! io, io, io!
Altrimenti si fa a botte e l'ultimo che resta in piedi fa il dottor house...
;D

#alice: grazie, ne avevo bisogno...che qua me ne han dette di tutti i colori.

#anja: grazie...la scrittura rimbalza perchè sono un ex-giocatore di pallacanestro ;D
Tutti i titoli che hai letto qua falli tuoi! Sono tutti validi consigli...
Sei bravissima, hai riportato due esempi che avrei voluto fare io...
Magnolia (splendido) e Crash (bello) sono figli di America Oggi...hanno la stessa struttura, e per questo America Oggi è un capolavoro...moltissimi lo prendono a modello.
Io non sono mai stato a L.A. ma la amo tantissimo...amo la Los Angeles che mi sono costrutito nella mia fantasia attraverso i libri e i film...

LB ha detto...

La vera e unica regina delle Gnegne, che è peggio di tutte le altre perché è una Gnegne che si spara le pose da tosta, è Kate di Lost! (comunque anche la Meredith è messa bene!)

LB ha detto...

Oddio, pure Cameron di House...

SunOfYork ha detto...

io farei una petizione per riportare friends.
Non per me, ma so che esiste gente che ne ha un bisogno disperato.
solidarietà fratelli!
SoY
(kabalino, se ti sbrighi se il primo anche sta volta :-)

Baol ha detto...

Io mi ci volevo vestire a carnevale da dor. house...solo che te sei più alto, io faccio Wilson, il suo unico amico ;)

Amaracchia ha detto...

lb...hai maledettamente ragione!!!KATE DI LOST!con gli occhioni sgranati e le labbra imbronciate....e Cameron di house pure...lb hai assolutamente ragione.
Ma quante gne gne ci sono?
Una non gne gne che mi piace da pazzi è Lily in How i met your mother, ma non so se qlc lo vede perchè in Italia non è uscito ancora o_O


Kaba ma sei abbastanza bello da fare House?No perchè poi mi distruggi il mito, non è mica semplice!
Posso fare qlc anche io come Baol e Cate?dai dai dai dai dai

Anja ha detto...

ma piantala Kab! Anche io giocavo a pallacanestro ;) :) :D

kabalino ha detto...

#Lb: sto guardando la Kate di Lost in foto e mi sembra una brava ragazza...
eh sì, Cameron è un bel tocco gnegne...ma proprio un bel tocco

#SoY: al tempo, pure io ero un Friends dipendente, anche se verso la fine non era più la stessa cosa...cmq solidarizzo, ci mancherebbe.
(niente da fare...secondo...uffa)

@baol: ok! al liceo, mentre si guardava l'attimo fuggente durante l'ora di religione le mie compagne mi han detto che assomigliavo a quello che adesso fa wilson...ma allora era allora...adesso sono più house, ci tengo davvero...lo voglio fare io...grazie baol per aver capito. ;D

#amaracchia: non preoccuparti che sono dr. house in tutto e per tutto; e poi c'ho gli occhi di house sputati...quindi house lo faccio io! e se anche la somiglianza non fosse proprio proprio sputata lo faccio io lo stesso! Te la senti di fare Cameron? Quanta gnegneria riesce a pescare dentro di te? Basta che poi non mi stai troppo appiccicata...
:D

kabalino ha detto...

anja: c-c-c-c-come giocavi anche tu a pallacanestro? Ma qui giocavano tutte a pallacanestro? Pure Prescia era una cestista...
ma le ragazze non giocano a pallavolo? Noi che siamo uomini dobbiamo fare gli sport virili...

Ma amaracchia, pure tu hai giocato a pallacanestro?

Annachiara ha detto...

Mi introduco un po' ad cacchium: non te lo dico nemmeno quello che c'ho tolto dalla fruttiera oggi, di insettini. E meno male che compro la frutta due volte a settimana e ho due piccole bimbe a casa...perché altrimenti mi trasferivo di sana pianta dagli angeli!
E in ogni caso ILA. I LOVE ANGELS oppure I LOVE ALTMAN oppure I LOVE ANNACHIARA....

Amaracchia ha detto...

kaba kaba kaba...ma che cameron e cameron...non ci siamo proprio!A parte che son alta il doppio [ma di cestistica neanche l'ombra ed è un peccato perchè ora so pure riconoscere l'infrazione passi e te la saprei mimare come un arbitro vero], e che son tutto un altro tipo....
Però avrei voluto essere Lily di cui sopra, soprattutto secca come lei :D

Anja ha detto...

Ma pensa te, adesso partendo da Amrica oggi scopriremo anche che il Kab è un uomo alto...

Anja ha detto...

(che poi se me lo spiegavano in anticipo le botte che si prendevano, e pure in allenamento, io mi davo alla briscola, sai)

kabalino ha detto...

#annachiara: qua le introduzioni ad cacchium sono sempre ben accette...mai vista una sigla più flessibile di ILA...è buona per tutti gli usi e tutte le stagioni :)

#amaracchia: se non fai cameron che vuoi fare, il dottore di colore? io questa Lily non ho ancora capito chi sia, ma mi fido...il guaio è che non c'entra niente con house.
peccato, saresti stata un'ottima cestista....sul blog di cate c'è la sniffata libera...se t'interessa...

kabalino ha detto...

anja ormai la mia altezza non è un mistero...un paio di centimetri sotto il metro e novanta, ero un finto pivot. Ogni tanto giocavamo contro una squadra di ragazze...ma io non le ho mai toccate neppure con un fiore...e prendevo sempre canestro...per quello sono contrario alle donne cestiste, pershè io non avevo il coraggio di marcarle...diventavo rosso.

Amaracchia ha detto...

Ho già letto, ma cate mi conosce...lei sa che non approvo e mi rispetta, sisi.

Ok partiamo dall'inizio.
Lilypad: http://msnbcmedia1.msn.com/j/ap/8e6fc7a8-4094-4d48-a1cb-781c97551633.widec.jpg

si veste assolutamente indie e a righe, peccato io non abbia niente a che vedere....
Lei è seeeeeeeecca!

Anja ha detto...

continua la teoria del dna comunque. Anche io ero un finto pivot, che con il mio metro e settantacinque potevo reggere solo le generazioni prima della mia. Poi sono arrivate le altissime fanciulle anni 80, e io per fare la contesa iniziale mi portavo lo sgabello e ci salivo sopra.
'notte

kabalino ha detto...

#amaracchia: sembra simpatica...ma, poi, devi andare in giro anche tu reggendo la tazza con il cuore? va beh, ma tu ti metti una maglia a righe dei tre ragazzi morti, che cambia? E per l'efftto secco ci sono dei filtri speciali...che poi i cameraman lo sanno loro di cosa si tratta...te gli dici quanto vuoi risultare secca e loro ti fanno diventare così...
sì, ma cate non la capisco...le avevo fatto tutto un discorso...e nemmeno mi ha ascoltato...sniffano alle mie spalle, e poi si parla di società corrotta...

#anja: quanti saranno in italia i finti pivot, con un capitello radio fratturato e acqua salmastra al posto del sangue? Dai...anja, siam fratelli, non ci sono storie...

Amaracchia ha detto...

Anche Tazz è pivottone, solo che in questi giorni è messo ko da infiammazione al nervo che lo intristisce e pure tanto.

No vabbè, mi tengo la mia forma che va bene uguale anche se quegli stivali che usa lily non potrò mai metterli; che poi hai ragione, lei mica è allegra ragazza morta...

kabalino ha detto...

sì, ma il tazz recupera, che lui è di tempra forte. Bisogna che sta lily me la guardi...che tanto da allegra ragazza morta vai bene anche un pò più piena...che se no morta e secca insieme non va mica bene
notte

desaparecida ha detto...

Splendido America Oggi,cmq importante e da vedere.....
Dr house & c.nn li vedo....
Così credo di avere accontentato e scontentato tutti!!!
Sono passata solo x salutre,buonanotte

ALittaM ha detto...

Urca che polemica, non ce la faccio a partecipare... alle 9 di mattina è uno sforzo eccessivo per il mio cervello!

Dico solo che per approfondire la riflessione, come già detto da alcuni, è da vedere anche Crash - Contatto Fisico.

Ciao Kab, amaracchia e gli altri.
Ale

nandina ha detto...

scusate la durezza ma qui mi pare la fiera della banalità.
Ovvio che un paese grande e complicato come gli U.S.A. siano più di quanto possiamo immaginare vedendone le manifestazioni più esplicite.Ed è altrettanto ovvio che criticare degli aspetti non voglia dire condannare in toto una cultura e un paese. Che dalla punta dell'Iceberg non necessariamente possiamo sapere cosa ci sia sotto la superficie.
Questa complessità come hanno detto nonsisamai e altri (e non è necessario esserci stati o viverci per intuirlo, non serve nemmeno troppo informarsi, tutto sommato, basta un po' usare il cervello, via...)è già evidente anche nei prodotti culturali che, senza troppa fatica, possiamo vedere, non solo nei "capolavori".
Altman è grande perchè da americano (che poi cosa voglia dire americano, se qualcuno ha una definizione "possibile"lo sposo!)racconta le sue contraddizioni.
[America Oggi poi è ancor di più un grande film perchè si basa su degli splendidi racconti di Raymond Carver che sono stati concatenati nello scrivere la sceneggiatura ma che erano invece "a sè stanti".]
Ma a volte basta un qualunque telefilm a farci vedere quanto siamo lontani noi dal saper essere autocritici e contemporaneamente fieri di appartenere al nostro paese.
Moore sbatte in faccia a tutti i problemi del sistema USA proprio perchè da Americano non sopporta il tradimento dei principi fondatori del suo paese, perchè vorrebbe che cambiassero le cose, non per dire agli altri che il suo paese fa schifo. Moore è fiero di essere americano, porca miseria, e ha ragione, perchè è un paese in cui come lui ce ne sono tanti che dicono la loro.
Ma dico, possibile che ancora stiamo a battibeccare su una cosa del genere? Possibile che si debba per forza schematizzare per poter essere pro o contro?
Il bello del mondo, dei popoli, delle culture è proprio la loro complessità, la loro ricchezza e la loro mutabilità.
Il resto sono schemi inutili!
Il prossimo giro cosa sarà: "I francesi sono snob?" E chi lo nega, ma non è tutto qui, no?

piccolè ha detto...

Mi sento fuori posto in questa"discussione", non ho mai visto America oggi,...il mio sogno e' visitarla! Un bacione a tutti.

Cate ha detto...

Ma i francesi SONO snob.
Sono dei nostri.
:-$

Io al massimo a pallacanestro posso fare l'arbitro.

Come dissi tempo fa, i lettori li lascio liberi di sniffare...
Liberi e felici come le donne lines in quei giorni.

Io comunque voglio essere Kate di Lost, specialmente dopo gli sviluppi della terza serie, di cui non parlo per pudore.

Quella non è assolutamente gne-gne.

La regina delle gne-gne è invece l'insopportabile Charlotte di sex and the city, in my opinion.

Amaracchia ha detto...

COMMENTO DAL FRONTE
Ma forse facciamo prima a nominare le non gne gne.
Voglio inaugurare un nuovo trend: gli uomini gne gne [che qua col Tazz lamentoso mi son venuti in mente].
primo in lista: il biondino di House.

Cià alittam!

el Niño ha detto...

Ma cos'è sto America Oggi??? Te lo sarai sognato, o esiste??? non ho capito nulla, comunque...

kabalino ha detto...

#desaparecida: e dici che il dr. house non lo vedi con così tanta leggerezza? A sta cosa devi porre rimedio, e subito...e poi il dr. house piace alle donne...si sa questo.
;D

#alittam: sei esentata dalla polemica! Crash bello, ma ancora di più è da vedere Magnolia...
ciao ale

#nandina: troppo dura per le mie tenere ossa...è così bello generalizzare: i francesi sono tutti mangiarane, gli inglesi tutti snobboni, gli americani tutti grassoni, i russi tutti ubriaconi, i cinesi tutti sputacchioni, gli scozzesi con le gioie al vento, gli irlandesi mangiapatate...
Dai che scherzo, ma ci arrivo pure io a fare le considerazioni che hai fatto...e ripeto...le uniche due cose che ho fatto è commentare le sensazioni che ho avuto guardando america oggi e criticare un sistema; ed essendo UNO e SOLO,
su di un sistema non si può generalizzare. E basta, su sta cosa non ci metto più bocca.
Ma mi fa piacere che ne sia nato un dibattito, che parlare non fa, quasi, mai male.
:)

#piccolè: dai che un giorno la si visita insieme, affittiamo una cadillac eldorado convertibile del '59 e arriviamo fino ai confini del Messico inseguiti da 300 macchine della polizia...che in pratica è il mio sogno più sontuoso. :D

#cate: dentro anche i francesi...mmhh...ma qui non è che si diventa troppi...
secondo me da arbitro troveresti la tua naturale collocazione che per redimere le controversie nessuna mai come cate.
Bisogna che sto Lost lo guardi, anche perchè mi par di capire che la terza serie sia piuttosto pruriginosa.
Oddio Charlotte, è vero!!!! che insopportabile...lei è la gnegneria fatta persona...
Oddio Charlotte, oddio...

#amaracchia: io avrei pensato più a Logan, ma il biondino di house è nettamente più gnegne...
Sì, ma anche Michèl, quello che riceve gli ospiti nella locanda di Lorelai...
Però sono molti di meno gli gne gne uomini, o no?
Forza Tazz!

kabalino ha detto...

el nino: avrei voluto mettere la cedilla sulla n ma la mia tastiera ne è sprovvista...no, no...me lo son sognato...america oggi su pellicola non esiste, è frutto di un mio sogno...a sto punto credo proprio sia così.

kabalino ha detto...

#cate: sullo sniffare non proferisco più parola...un oceano ci separa...

LB ha detto...

"How I met your mother"? Cos'è, cos'è, me lo sono perso, com'è potuto succedere???!!! E' bello? Si trova sottotitolato???

alicesu ha detto...

Kaba: million dollar hotel il film più bello degli ultimi dieci anni? Posso rimanere stupita e non capirne il perchè? Bel film, eh, ma non è unpo' un'esagerazione?

kabalino ha detto...

Alice, non trovo più dove ho scritto questa cosa ma il film in questione è million dollar baby, di Clint Eastwood...
sono pronto a difenderlo fino alla morte!

kabalino ha detto...

Però The million dollar hotel ha una gran scena iniziale, se non ricordo male...e una grande fotografia (che non manca mai nei film di wenders)...ma per il resto è troppo kitsh e confusionario

enzorasi ha detto...

Ragazzi, ma che vi siete bevuti!
Kabalino hai tirato fuori un post splendido, perfetto nella sua devastante onirica rappresentazione di una pseudo realtà. Il film di Altman l'ho visto e mi è sembrato più che buono, anche "crash contatto fisico" mi è sembrato notevole. Io non capisco le incazzature di alcuni di noi: ma tu hai detto che gli States son tutti lì nel film di Altman? Non mi pare.
Da quando leggo il tuo blog (ben prima di questo commento) ho notato l'evolversi del KABWRITINGSTYLE. Con le mosche nella frutta hai raggiunto l'apice, perchè non metti il copyright?
Però, ripeto, che cacchio vi siete bevuti?

Baol ha detto...

caro kabalino se, per caso, segui il consiglio di enzorasi e metti il copyright sul tuo meraviglioso modo di scrivere sappi che non ti pago niente per il mio racconto "kabalinata" perchè comunque l'ho già postato :P

kabalino ha detto...

#enzorasi: grazie enzo, mille grazie....per un pò di tempo ho creduto di essere impazzito, visto che io leggevo una cosa e gli altri mi commentavano un'altra cosa...(oltre a crash consiglio anche magnolia)
KABWRITINGSTYLE...uouhh, fi*o!
Il blog mi ha dato la spinta per cominciare a scrivere, conto di sgrezzare il kabalinstyle, per ora mi sembra un pò troppo appicicaticcio e saltellante...
Sì, va beh...il copyright...e chi mi copia...adesso guardo, se ce l'ha baol lo metto su anch'io...che fi*o fa fi*o a prescindere.
Sai forse cos'è....è che qua gira benzedrina a fiumi, sarà quello...
Va da sè che dopo questo provvidenziale supporto ti linko, che mi hai dato la certezza che schizofrenico non lo sono ancora :D

#baol: "meraviglioso modo di scrivere" eh, ma che è stasera?
Guarda, il copyright lo metto su solo se lo metti su te, che se faccio una cosa così amaracchia non mi parla più, e mi sa pure qualche altro...ovviamente lo metto su con valore rettroattivo, che ti vengo a beccare...poi l'euro di diritto me lo scali dalle prestazione di fisiopsicoterapeuta...insomma poi si vede ;D

Anja ha detto...

Complimenti a fiotte per questo blog, ma che bello. Si però adesso qua il padrone di casa si monta la testa, chi lo ferma..

Però, signor Kab, dopo pure la rivelazione del finto pivot, io ormai non so neppure se credere al dna, ma voglio qualche missione universale da compiere tipo che ne so appunto far cader rane, far parlare le anatre mute.. qualcosa di simile. Adesso rileggo un po' di xmen e vedo se lì trovo l'intuizione cosmica. Tu pensaci pure, mi raccomando :)


ps. oh per me i francesi un po' snob lo sono. Anzi, limitiamo alla mia esperienza. Le due panettiere francesi sono snob, non è possibile che mi guardino sempre storto perchè non riesco a dir bene "en" baguette. Un sorriso perdincibacco chiedo solo un sorriso e magari mi rimane impressa quella pronuncia innaturale.



Chi è che ha parlato dei ragazzi gne gne?? Che ci faccia un post apposta però, che di commenti se ne hanno pure troppi.....

kabalino ha detto...

anja, macchè mi monto la testa...però i complimenti, soprattutto dopo gli insulti, fanno piacere. A me questa cosa della pioggia di rane mi ha fatto sempre una grande impressione...che, dal vivo, schifo mi farebbe schifo ma la curiosità di trovarmela davanti non è mica poca; "in baghètt"...più che en è in...baguette è femminile...ma tu non preoccuparti, storpiaglielo bene quel loro francese che tanto il sorriso non te lo fanno comunque...
;D

piccolè ha detto...

E proprio con me vuoi finire in galera!!???...o vuoi fare come Thelma& Luise??!!Un bacione.

Baol ha detto...

Eppure la tentazione dell'adsense ce l'ho tutti i giorni :D

Massì, si vede poi di fare tutta una serie di conti...però, le persone ti devono apprezzare per come sei :D

LB ha detto...

Comunque concordo in piano conCate, Gne gne e tutto anch'io voglio essere Kate. Nell'episodio 6, per la precisione...e non aggiungo altro!

kabalino ha detto...

#piccolè: ma quale galera!!! ti sembriamo due da galera? o passiamo il confine o al diavolo!...come Thelma&Luise!

#baol: che è l'adsense? l'altrogiorno ho detto una strafalcioneria sui feed e cate mi ha bacchettato sulle mani, che i feed non servono per le classifiche ma per farsi leggere meglio, lo dico anche a te.
...io vorrei farmi apprezzare per come sono...ma cosa vuoi...

#Lb: sto scaricando questo fantomatico episodio 6, che è tratto dalla tv e si può scaricare...dico solo che s'intitola "Lo voglio!"...sto già sentendo caldo...spero non ci sia da vergognarsi...

dharani ha detto...

...sono troppo ignorante in fatto di film... non ho visto neppure questo!
Però è stato un piacere leggere il post...

P.S. le mosche erano drosophile?!

(su Etta Scollo e Wim Mertens ti ho risposto da me!)

patty ha detto...

odddddddiu che dialogo acceso...io io..io...mi sento in difetto, non so cosa dire.....io...nn ho manco visto il film....
.......
.......
.......io e la mia ignoranza andiamo a farci 1giro e torniamo tra 1po.........

Cate ha detto...

Ma l'episodio sei lo apprezzi solo se hai patito le altre due serie a vederla barcamenarsi tra i due più fighi dell'isola senza sceglierne uno.

Comunque chi è la blogstar?
Faccio notare che qui si va per i cento commenti.

Invito il pubblico parlante ad accodarsi alla processione fino alla meta.

Vinceremo!

Amaracchia ha detto...

Mi assento un giorno e ti ritrovo a parlar di profitti, ricavi e adsense? o_O
Che ne è dei nostri i deali KABA!!!Che ne hai fatto????L'arte non si mercifica!!!!
E cmq anche questa esportazione delle kabalinate la trovo di un triste inenarrabile.



E' che vengo da un meeting agguerrito e andava anche a me di provare il cazziatone via commento.

kabalino ha detto...

#dharani: il film è bello, se ti capita guardalo; non lo so mica se le mosche erano drosophile ma di sicuro erano cattive...poi vengo a leggere la risposta...che quando si parla di wim mertens io parto per la tangente...

#patty: più che per l'ignoranza qua bisognava star lontani per il clima rovente...ora s'è stemperato...ma ho passato una brutta ora; pensa che mi ha dato addosso pure cate, che io non sapevo più dove mettermi...

#cate: allora...due serie di lost per vedere al meglio kate e sawyer far robe non le guardo! Vedo un pò della sesta puntata fin dove si mettono le mani addosso e chi si è visto si è visto...che a noi uomini interessa solo il nocciolo della questione che tutti gli antefatti e i preamboli, lo sai anche te, non ci importano...quindi, chiusa questione.
Ma i commenti non contano, conta la musica...te l'ho detto anche di là. La blogstar sei tu, nuda, ma sei tu. Mi regali la corrazza che ci vado a fare lezioni di spadone rinascimentale?

#amaracchia: sì, ma scusa!! te ne vai in giro per meeting e mi lasci solo col capitalismo che mi alita alle spalle. Lo sai com'è baol...ha preso la calcolatrice e ha cominciato a far di conto, e ha visto quello che era più conveniente...l'utopia va alimentata, non mi puoi lasciar solo per un giorno intero, che io qui sono disarmato...adesso forse cate mi presta la corazza, ma forse...

Cate ha detto...

Come sei prosaico.

E la corazza me la sono già rimessa.
E per farmela ho dovuto faticare, che nulla è gratis ed io mica ci ho gli adsense.

Lo spadone rinascimentale però te lo presto.
Sappi che tiravo di scherma, in una mia era precedente.

nandina ha detto...

@anja: è perchè si dice "une" baguette! è femminile porca pupazza!!!

nandina ha detto...

@ kaba: guarda che non ce l'avevo (solo) con te, ma con tutti... perchè il dibattito ok, ma la polemica, per forza, senza motivo.

La verità è che però, sotto le spoglie di un esercizio di stile (anche se di gente che scrive come parla non ne posso più, lasciamelo dire!), hai detto qualche banalità, come ne diciamo tutti (e si accetta che ce lo facciano notare...).
Immagino che ci arriviamo tutti alle mie considerazioni, non erano particolarmente brillanti tra l'altro, e allora, perchè non si vede? ;P
E poi, basta con Magnolia e Crash (anche se il secondo m'è piaciuto abbastanza, con questo ottimismo-pessimismo sul caso e il contatto umano)!!!

kabalino ha detto...

#cate: io lo sapevo che tu eri una spadaccina, perchè certe cose si capiscono. E, boh...non lo so mica se vado...con lo spadone e senza corazza mi uccidono sicuro... e poi si dice che un soldato che scappa è buono per la prossima volta.

#nandina: ad anja ho detto anch'io che si dice "in baghèt"...ma non proprio in...è una roba più pasticciata...sì, ma ragazza mia, sei tremenda...echhe è?!?
Speriamo che il canto jazz ti ammorbidisca...io cmq ti do ragione perchè ho paura... :)

kabalino ha detto...

#cate: non sono io ad essere prosaico, che dentro c'ho la poesia anche se voi non la vedete...ma è lost ad esser prosaico ;P

Baol ha detto...

Vabbè....ma adesso mi si accusa di mercimonio :(

Cate ha detto...

Cento!!!!
Ora posso leggere gli altri commenti.
;D

Cate ha detto...

Lost è pura filosofia esistenziale.
Un telefilm sul nulla e sui misteri dell'animo umano.
In pratica non si capisce nulla fino all'ultima puntata.
Quindi consiglio di vedere solo quella, tra un paio d'anni.

Amaracchia ha detto...

Ho come l'impressione che le aspettative che nutriamo in Lost verranno disattese miseramente.
Hanno messo tanta di quella carne al fuoco che ci si perde negli avvenimenti.
Io per es ho uan dmd sulal terza serie che mi frulla da mesi e non so a chi farla....

Prescia ha detto...

ma qui nessuno vede ghost whisperer?????
notte kaba... ;)

piccolè ha detto...

Ho trovato un verme in una castagna!!!!Che schifezza!!!!!!!!!

Prescia ha detto...

che schifoooooooooo...... ;)

kabalino ha detto...

#baol: mercimonio è una di quelle robe per cui si va in uno dei gironi più in basso?...tipo l'uxoricidio o quelle robe lì?

#cate: sì, va beh, ma non è che si devono far commenti tanto per fare...ecchecavolo...io di lost ho deciso che guardo solo la puntata che s'intitola Lo voglio!, punto e basta.

#amaracchia: di sto post sono stati criticati pure i commenti, giuro (ho letto in giro)...quindi finiamola qui a parlare di lost e altri telefilm, per grazia divina...

#prescia: mia sorella lo guarda, s'è comprata pure i dvd...io non ho approvato, che non mi sembra il massimo...ma non ho molti elementi per giudicare (mi son fatto molto prudente)...visto che è quasi mezzanotte...notte Prescia...(tanto non dormi...)

#piccolè: ma tu devi inghiottire senza guardare che tanto il verme arrosto ha lo stesso gusto della castagna...