mercoledì 10 ottobre 2007

La mia speciale k

"Gli disse portami domani,
tralalalalla tralallaleru
gli disse portami domani
il cuore di tua madre per i miei cani.

Lui dalla madre andò e l'uccise,
tralalalalla tralallaleru
dal petto il cuore le strappò
e dal suo amore ritornò"


Io, se c’é una cosa che son bravo a fare, é tenermi lontano dagli affari di cuore. Mi hanno insegnato a portargli rispetto perché io c’ho il cuore caduco e se ci presti orecchio si sente che é labile alle alterazioni. E quando le ossa te le frantumi una, due...anche tre volte, poi impari a rispettare il cuore. Che quello é un aggeggio delicato, che non é come gli affari meccanici che smonti, rimonti e poi ti rimane sempre un bullone in mano. E io ho visto persone che venivano da me con un buco al posto del cuore, che adesso il sangue lo spingeva l’amore anziché il cuore. Che poi sta cosa dell’amore é un pò come la k speciale dei placebo, che per chi non lo sa, é la k di ketamina...ed é una roba...tipo...non cocaina, ma l’effetto é quello di una fiala d’amore in vena. E io con le droghe speciali che ti fanno sballare il cuore ho chiuso.


"Gli disse amor se mi vuoi bene,
tralalalalla tralallaleru
gli disse amor se mi vuoi bene,
tagliati dei polsi le quattro vene.

Le vene ai polsi lui si tagliò,
tralalalalla tralallaleru
e come il sangue ne sgorgò,
correndo come un pazzo da lei tornò"


Che di finire come il mio amico, piuttosto giù da un ponte. Giù a piombo da un ponte...secco senza pensarci. Che questo mio amico era uno in gamba, pieno di cose belle a cui ispirarsi...uno, che noi due di ideali se ne é condivisi...che noi due di comandamenti* se ne é infranti...uno che a dire una bestemmia faceva conto di ridere...e, insomma, sto qui lo incontro in una strada di Ravenna ed é a braccetto della monaca di Monza o di una che le somiglia, trascinato come neanch’io trascino il mio cane; e soprattutto, appeso al collo, ha un crocifisso...così accecante che attira le falene della provincia e le zanzare della regione; che non é per il crocefisso in se stesso...é per il crocefisso su di lui. E se adesso le mie forze le spreco é per trovare un’alternativa...la mia speciale k...che di morire ridendo forte a me, per ora, non va...


"Gli disse lei ridendo forte,
tralalalalla tralallaleru
gli disse lei ridendo forte,
l'ultima tua prova sarà la morte.

E mentre il sangue lento usciva,
e ormai cambiava il suo colore,
la vanità fredda gioiva,
un uomo s'era ucciso per il suo amore"



*li ha infranti più lui che io, e di bestemmie non ne dico

94 commenti:

desaparecida ha detto...

....per 1 motivo o per 1 altro è qlche giorno che De Andrè è presente nei nostri blog.....
Sto morendo di sonno(sono stata al cine a vedere "viaggio in india")ma ritorno presto e ti dico qllo che penso...
buonanotte Kabalino...

kabalino ha detto...

sto correggendo in corsa sto post...infatti l'idea di de andrè l'ho rubata al baol...che rubare...ormai io e baol si é soci...che abbiamo formato un gruppo...e, insomma, non si può parlare di rubare...
notte desaparecida

kabalino ha detto...

com'é viaggio in india?

Cate ha detto...

E mo' che fai, mi citi pure i comandamenti dei Pooh?
Vicino a De Andrè, per giunta.
ERESIA!
:O

nonsisamai ha detto...

mi associo a desaparecida...strano come de andre' stia ricorrendo in molti blog in questi giorni...

Anja ha detto...

ahahah, allora la special k non era la razione k... ma quante cose si scoprono girando per sti blog la mattina presto.

Amaracchia ha detto...

Ok, allora è proprio moda questa delle canzoni.

Oggi intervengo con più serietà perchè fra un po' di ore ho un esame e devo mantenermi.
Non ci credo più alla triste favola di lei arpia che cambia lui e lo spegne; precisando che condivido l'idea che di monache di Monza ne è zeppo il mondo, ritengo nel mio piccolo che gli uomini completi e formati da queste donne non si fanno incantare e mantengono il loro piglio fino a quando non trovano il giusto incastro.

Detto questo, sappi che provo lo stesso tuo rimpianto quando guardo il mio di amico vittima della Regina delle Monache di Monza, ma ahimè, se non si risveglia lui nessuno portà farlo al suo posto.

La Guressa ha detto...

PirLE di sAgGeZzA:
Dare a qualcuno tutto il tuo amore non è un'assicurazione che sarai amato a tua volta! Non ti aspettare amore indietro; aspetta solo che cresca nei loro cuori, ma se non succede, accontentati che cresca nel tuo.

kabalino ha detto...

#cate: senti cate di monza te t'hai da mettere ancora sui ceci, o sbaglio?
Ti cito il poeta, donna di malafede:
"E con la Vergine in prima fila
e bocca di rosa poco lontano
si porta a spasso per il paese
l'amore sacro e l'amor profano."
Che poi la vita, si sa, miscula (forma dialettale) il sacro con il profano; e comunque io, che son attento a ste cose, ho tenuto il Poeta distinto dai gothic pooh con le sue virgolette e tutto il resto...che io ci bado a queste cose...

#nonsisamai: infatti io mi sono ispirato al blog di baol...é che non ero da post in questi giorni, ma cate mi ha obbligato dicendomi cose brutte...

#anja: anja io credo che la special k sia un'altra roba e non la razione k, e che comunque funge anche da razione k perché toglie i crampi della fame...che mi hanno detto che uno proprio nel ciocco non mangia più e tutte quelle cose lì...mi han detto, non son mica sicuro però...

@amaracchia: stamattina mi fai la seria...io ho visto cose che non riesco nemmeno a riferire, di persone ribaltate come un calzino; ci saranno anche quelli che si parcheggian in attesa del giusto incastro ma ci sono pure quelli che il giusto incastro credono di averlo trovato quando, in realtà, lì di corrispondente non c'é nulla
(ma ti sei vestita seria questa mattina?
E comunque...in bocca al lupo!!!)

La regina delle monache di Monza porta la corona?

@guressa: guressa io lo so che hai ragione e su quello che hai detto non ho niente da aggiungere...ma io volevo sottolineare lo sfruttamento dell'amore altrui e l'effetto devastante che l'amore ha su certe persone...

La Guressa ha detto...

..e io volvevo solo dire che il vero amore non conduce MAI alla morte, il desiderio, il sesso (la sessualitá) invece si . Ma quí vi aprirebbe una dissertazione filosofica non breve.. :-)

Amaracchia ha detto...

La regina delle monache di Monza porta corona e frustino.
Cmq di persone ribaltate con un calzino le ho viste anche io, col conseguente senso di impotenza che ti logora.
Che in fondo non è nemmeno bello rimanere identici a se stessi, ma il punto è: chi stabilisce quanto ci si è monacamonzati?Forse un giorno col monacadimonzometro.





Crepi....nonostante io seria non mi vesta affatto, affidendo la mia fortuna a una t shirt dei tre allegri ragazzi morti.

Prescia ha detto...

grande ballata dell'amore cieco....
grandissima canzone....
a quanto pare l'amore ci rende capaci di fare delle cavolate assurde.....sigh...sob....

Alabama ha detto...

Quando hai il buco al posto del cuore è vero che il sangue lo pompa l'amore. Ma quando l'amore finisce rimane solo il buco. Il cuore non ritorna.
Brutte cose.

Comunque volevo anche dire che NON sono d'accordo con la Guressa.
Ma non voglio fomentare dibattiti né polemiche quindi punto.

ciao ^^

La Guressa ha detto...

@Alabama: ma no, figurati! Niente polemiche, ognuno la pensa come la pensa; rispetto il tuo non essere daccordo. Ciao :-)

relear ha detto...

E " l'amore che strappa i capelli" è veramente finito ormai? O rinasce dalle sue ceneri come l'araba fenice. Vedi un po' che a parlar di De Andrè e delle sue canzoni si parla anche di noi e della nostra vita. Ci sarà un motivo.

kabalino ha detto...

#guressa: sì, mi sa che la dissertazione sia lunga e senza la certezza di risultati...perché che il vero amore non porti alla morte ho i miei dubbi...ma si tratta di opinioni...che ho visto che hai bisticciato anche con alabama ;D

#amaracchia: corona e frustino, o cribbio! il monacadimonzometro mi sembra un aggeggio geniale...che quasi quasi lo brevetto io...sull'impotenza c'é poco da fare, ed elio insegna:
"Allora ci vediamo questa sera? Una serata fra amici, una chitarra e uno spinello.
Eh, amici, purtroppo no. Questa sera sono invitato a casa sua per vedere le diapositive del mare, delle sue ferie, poi subito dopo devo accompagnare i suoi genitori che devono prendere il treno perche' sono rimasti senza macchina, l'hanno distrutta, era mia.

Siamo tutti servi della gleba, e abbiamo dentro il cuore una canzone triste. "

Guarda che la t shirt dei tre allegri ragazzi morti é seria ed elegante allo stesso tempo...non può che andar bene...

#prescia: la canzone non si discute...che poi il post é nato da un tuo commento al post di baol, dove la nominavi...
E io che odio fare cavolate assurde cerco di tenermi lontano dagli affari di cuore...per l'appunto ;D

#alabama: poi un giorno dovrai fare un post su come gli jappi gestiscono l'amore, che a me sembra una cosa davvero interessante...
eh, sì...a volte resta solo il buco...che può servire da portaoggetti...però...

kabalino ha detto...

#relear: i poeti parlano sempre di noi...

La Guressa ha detto...

...ma nooo! Io non ho bistacciato con nessuno anzi...Non credo (o almeno spero) che Alabama l'abbia presa cosí...?....

Baol ha detto...

Ma che bella cosa che hai detto kabalì, che siam soci, si che lo siamo quindi non è per niente rubare qui lo dico e qui lo affermo, il kabalino si è ispirato al mio post e questa per me è una cosa che l'orgoglio me lo manda in orbita :)

Tornando seri, che anche io ogni tanto ci riesco, concordo con amaracchia quasi totalmente, le persone cambiano quando c'è qualcosa ancora di plasmabile e quindi se la plasmatrice (o plasmatore che sia) se la ritrova davanti 'sta materia plasmabile beh, la plasma. Certo capita spesso, a volte in maniera, secondo noi che cambiamo, impercettibile ma che dall'esterno si vede proprio. Alle volte si cambia in meglio mica no, ma fai conto che l'amico o l'amica sono comunque quelli che di questo cambiamento se ne accorgono di più. Non cercare la tua "special k", la vita ha la bellezza di essere talmente strana da meravigliarci.

E comunque avevo voglia di risponderti con
"No caro amico,
tu parli da uomo ferito
pezzo di pane
lei ti ha lasciato
e tu non hai resistito"

Ma mischiare Ferrandini a De Andrè...peggio dei Pooh :D

Prescia ha detto...

anche io cerco di tenermi lontana dagli affari di cuore....dopo questo: www.tellastory.wordpress.com
lo sapevi che ero io....te lo confermo.... ;)

Annachiara ha detto...

Ma veramente te tu ci hai il cuore caduco???

tizi ha detto...

si puo` amare da morire ma morire d`amore no....ah,ah,da De Andre` ai Neri Per caso...,ovvero dal poeta al contadino, ma vuoi mettere la saggezza contadina?!?e dopo questa , e` meglio che inizi a lavorare...scusa per questo commento sconclusionato .
Buona giornata!

Prescia ha detto...

e se mischiassimo pure tiziano ferro??????ahahahahahahah....scherzo non mi uccidete..... ;)

kabalino ha detto...

#guressa: stavo scherzando, tu e alabama siete due che agli scherzi ci stanno...e quindi non bisticciano, credo.

#baol: dai baol, stai a esagerare...l'orgoglio in orbita...qua in orbita non ci mandano più nemmeno lo shuttle;
e che amaracchia é una fine osservatrice si sa...fa un pò così...ma c'ha l'occhio fine.
Io degli affari di cuore ho detto sta cosa che é venuta pure male perché ero sotto minaccia ma non voglio più metterci becco.
No, Ferradini no.

#prescia: lo sapevo sì che eri tu! Io sono furbissimo e un mago delle associazioni...stelline+stardust=prescia...che a me non mi si frega mica; e stai sempre all'erta, perché ricascarci é un attimo ;)

#annachiara: tempo fa era più caduco, adesso si regge sulle sue zampe...ma temo sempre ricadute :D

#tizi: prima di tutto benvenuta.
Ma arrivi con i neri per caso???
Oh! vicino a de andré??? Oh! :D
Buona giornata anche a te.

kabalino ha detto...

#prescia: Ah, bhè...se vieni qua per attaccar briga...dillo subito...che io son pronto a menà! :D

bdp ha detto...

che tristezza la gente che cambia improvvisamente e COMPLETAMENTE solo per "adattarsi" a qualcuno.. è una cosa che mi ha sempre dato un enorme fastidio, xchè non capisco come si possa mettere da parte la propria personalità e il proprio modo di essere solo per non perdere l'altro..
..che poi secondo me è pure un po' inutile cercare di cambiarsi a tutti i costi..'somma, se nasci tondo è un po' difficile che riesci a diventare quadrato!

patty ha detto...

eh eppure bdp, c'è chi si "quadratizza" a tutti i costi.. e ne conosciamo fin troppi di desaparecidi...
ps: ma cos'è qua???1epidemia di De Andre?????è l'autunno, lo so...gioca brutti scherzi...

Carmen ha detto...

Va be' che per amore uno farebbe pazzie ma da far pazzie a essere pazzi una piccola sottile linea ci dovrebbe ancora essere :D ... ma a prescindere da cio' ergo il mio bel muro intorno al cuore cosi sta piu' protetto!

Cate ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Cate ha detto...

Io i ceci ardenti li ho già deglutiti, ma tu sei davvero il mio blogger gne gne preferito.
:D

alicesu ha detto...

voglia di innamorarti? O di provare qualcos'altro di potente e meraviglioso senza però il rischio di morirne?
Eh, non so mica se ci siano cose così, al mondo.

Inenarrabile ha detto...

Che bella canzone! Che triste epilogo. E lei: che "ragazza gne gne"...

P.S.= una standing ovation per chi ha coniato il termine "ragazza gne gne" nel post di una mamma per amica.

piccolè ha detto...

Ma perche',...se ne trovano ancora monache di monza in giro? Pensavo fosse una razza estinta da molto!un bacione.

Amaracchia ha detto...

Torno vincitrice dalla battaglia in facolt� sebbene non abbia trovato pi� la t shirt dei tre allegri, ma solo quella dei casino Royale.

Felice di condividere l'opinione con Baobas, che nelle questioni pi� serie e pregnanti mostra il buon senso e la ragionevolezza di un tempo, ma ancora pi� felice di quell'occhio fino che mi � stato riconosciuto anche se faccio un po' cos� perch� � quello che mi ripete mia madre, mio padre, mia sorella e quelal montagan di uomo barbuto che condivide con me i rumori del cuore e i sorrisi sguaiati.

Infine, kabalaus, permettimi di vantarmi pubblicamente della del ragazza gne gne, che uso da tempo immemorabile e ch eho portato nel blog in quel post sulle gilmore...eddai ho preso 28....ess��������

Denghiu inenarrabile.

nandina ha detto...

Ma la razione k non è quella dei militari?
E non è stata anche una meravigliosa e misconosciuta trasmissione radiofonica di Kappa e Drago (eh eh eh...)?
E poi davvero davvero val la pena di chiudere così e di giudicare così?
Chè magari, quel crocifisso ce l'aveva dentro anche prima quel tuo amico, e proprio per questo bestemmiava e infrangeva comandamenti (io, che a dio non ci credo non bestemmio, che mi importa di insultare uno a cui non credo? e i comandamenti non li conosco, ma credo di infrangerli meno di chi può andarsi a confessare i peccati e sentirsi in pace con la coscienza).
Se ti annienti per un'altra persona la verità è che sei piccolo piccolo tu, non è colpa della "special k naturale" per così dire...
... e il cuore è delicato ma più resistente di quanto non si creda.

nandina ha detto...

E, per inciso, il senso della canzone di De Andrè è proprio questo:
"forse ti sembrerà pazzo quello che si uccide per amore, ma è meglio di chi ha solo "il sangue secco nelle sue vene"".

Baol ha detto...

concordo con nandina :)

Buongiorno kabalino!

barbara ha detto...

ma sarà che il dramma è quando l'amore pende solo da un lato e dall'altro splende invece un'accecante egoismo camuffato d'affetto?

Prescia ha detto...

salutino veloce.... ;)

kabalino ha detto...

#bdp: parole sacre e sante! che la coppia delle coppie é quella che applica l'autoaccettazione recicproca (senza cambiamento di virgole, o punti, puntievirgola...), oh!

@patty: io la vieterei la quadratizzazione...patty, l'autunno é malandrino dalla notte dei tempi...

#carmen: ho sempre mattoni di riserva per rinforzare i miei muri...se ti possono servire...

#cate: io lo so che c'é qualcosa sotto...solo che sono fragile e sto per crogiolarmi nel complimento...che però, di là, mi hai dato del perve§tito, che io qui non so più cosa pensare...e, anche se so di essere un ragazzo pulito e pieno di costumanza, ho le sicurezze labili...
che essere un blogger gne gne é una bella cosa, vero? o no?

#alice: se tu scopri cose così me lo dici, vero?

#inenarrabile: l'inventrice dell'accezione "gne gne" é Amaracchia...che va dato a Cesare quel che é di Cesare; ma ho già visto che la sunnominata inventrice si é già pavoneggiata in abbondanza...

#piccolé: ci sono...ci sono...
io divento paonazzo se mi dai un bacione...

#amaracchia: ma lo sapevo io...che ti porto sul palmo della mano mica a caso! Non so perché ma sento che sprizzi felicità da tutti i pori...e sia, pavoneggiati a piacimento. Però quando vuoi essere felice lo sei per davvero...
Ma secondo te mi pigliavo il merito di aver inventato lo gne gne? Se mi lasciavi il tempo ti avrei incensato a profusione...

#nandina: ma io un pò ci scherzo su...un discorso così lo faccio col sorriso, e a volte esagero anche un pò...ma così, per divertimento...mica per altro...
ma lo so qual'é il senso della canzone...che in analisi del testo ero bravo bravo ma in modo assurdo......chevia, le cose vanno prese un pò così...en passant (certe cose, mica tutte)...che io, poi, son per l'amore libero, cioé libero per gli altri, mica per me...che, insomma, uno faccia quello che gli va...basta che non venga a suonare al mio campanello che ho da far cose.

#baol: concordo con nandina un corno! deve sviluppare il tuo pensiero in modo più strutturato e forbito; eh, troppo comoda la vita
:D

#barbara: in questo caso la durata del rapporto dipende dalla predisposizione al sacrificio dell'innamorato (mi é uscita bene questa? mi sembra di essere Paolo Crepet o simil psicologo da salotto televisivo)

#prescia: grazie prescia...ricambio!
che poi quando vedo polvere di stelle sono sempre un pò più felice
;D

Baol ha detto...

Hai cazziato il tuo psicofisioterapista biografo e socio trollbuster così impunemente? Sniff sniff :'(


Hai fatto bene, me lo meritavo! La prossima volta dei commenti fiume che non si capisce nè il capo nè la coda :)

LB ha detto...

Ah, Special K dei Placebo non era una canzone sui cereali?

Amaracchia ha detto...

Kabalino!!!!!! o_O ma non avevi detto che non si sniffa nel tuo blog?A questo punto voglio riprendere anche io questi suoni onomatopeici ebeti che esprimono finta tristezza.
Perchè io non posso???

Tazzozza ha detto...

kambialino vedo che in questo blog si continua a sniffare!!
dovresti fare l'anti doping ai tuoi commentatori!
gne gne gne

kabalino ha detto...

#Baol: baol mi hai fatto la doppia sniffata creando subito un putiferio....su sto blog la sniffata é vietata, che io non voglio aver problemi...e infatti...subito amaracchia e il tazz son saltati su a dir la loro.
Allora non si sniffa!!!

#Lb: ma può pure essere, che io l'inglese lo traduco a sentimento...mi sa che sta canzone é come quei film degli anni settanta compariva ad ogni pié sospinto l'etichetta dell'acqua pejo, o del fernet branca

#Amaracchia: buona, buona...hai visto...ho subito ripreso baol! Adesso lo sa anche lui; lo so che rispetti le regole, baol ha sbagliato e per questo dovrà pagare...e cmq proibisco lo sniff mica per la finta tristezza...piuttosto per l'allegria chimica che procura.

#Tazz: tazz ho preso subito provvedimenti...verranno prelevati sangue e urine...sì, ma te che hai fatto saltare il servizio eBay per il sud d'italia isole comprese dovresti andarci cauto coi giudizi, eh. :D

#Cate: ma che gli fai ai tuoi commentatori?

Amaracchia ha detto...

Allora sono io che non sono all'avanguardia!Ok spiegami l'etimologia di questo gergo giovanilistico, che voglio entrare in contatto con questi giovani bloggers sniffatori :D

Stai progettando il monacadimonzimetro?

kabalino ha detto...

@amaracchia: no, ma che sniff sia onomatopeicamente equivalente ad uhé non ci piove...che la gnola é la gnola; ma io non é che proibisco di piagnucolare, ma di sniffare...che io, sul mio blog, di droga non voglia mica che ne giri...
Il monacadimonzometro é una roba che detta così pare una cazza*a, ma poi realizzarla é un altro par di maniche...che io l'impegno ce lo sto mettendo, ma di risultati...insomma.

Amaracchia ha detto...

E quindi se uno deve piagnucolare in maniera sintetica in blog altrui che fà?
Si abbandona a componimenti poetici o va avanti con laconici "STO PIANGENDO" disseminati qua e là nel discorso? [alla maniera della Marina Massironi, quando Aldo Giovanni e Giacomo facevano i bulgari]

kabalino ha detto...

mi hai messo con le spalle al muro...

boh...tipo "uè" può andar bene?
ma te, per caso, devi venire qui a piangere?
tipo "frignn" può andare?

Amaracchia ha detto...

Secondo la mia modesta opinione i suoni onomatopeici andrebbero eliminati, ragione per cui se uno ha voglia di piagnucolare non può scrivere frign!deve elaborare pensieri complessi da adulto.

per esempio, io farei fuori anche il LOL.

kabalino ha detto...

ma il LOL che é?

Amaracchia ha detto...

Una forma chattistica blogghistica forummistica per indicare risate a gogò.Lot of Laughing.
Viene declinato in LOLLISSIMO talvolta.
Da denuncia penale, più di sniff, sob sigh e sgrunt.

kabalino ha detto...

...che blogger a tutto tondo che sei...il mio stupore e ammirazione non sono dicibili a parole, ci provo, ma non esce nulla...
LOLLISSIMO...che roba brutta, brutta in modo assurdo...
é partendo dal LOL che si crea una società ancora più crudele e spietata...le brutture non si giustificano.
"tsk" sta per singulto...che forse uno se sta per piangere può fare "tsk, tsk..."...ma che ne so...io ci provo...

Amaracchia ha detto...

Il tsk lo approvo, lo usava sempre zio Paperone che mi ricorda quando ho imparato a leggere sui miei 700 e più Topolino.

kabalino ha detto...

andata per il tsk...di topolino ne ho letti tanti pure io, poi sono passato a charlie brown e mafalda...che le onomatopee non sapevano manco cosa fossero...
ora mi dedico al "ronf, ronf"...notte.
(oh, complimenti per l'esame...erano impliciti...)

Amaracchia ha detto...

Denghiu, ma è solo uno dei tanti.Ho già ricominciato l'iter.Sniff sniff....



:D

kabalino ha detto...

tanto per quanto uno si dia da fare torna sempre al punto di partenza...che qua é come il gioco dell'oca...e che la storia é ciclica si sa...e tutte quelle robe lì...tsk, tsk...
:-$

Cate ha detto...

Io i miei commentatori li lasco sniffare quanto vogliono.
Lollare come credono.
Tzkare quando gli pare.

Tanto la salute è la loro.
:-$

Baol ha detto...

Sob uff e gnè gnè (per proibizione dello sniff)

lol lol lol lollissimo e lolloso (perchè mi sto divertendo)

crack (perchè a volte mi rompo le p***e)

emme ha detto...

io questa canzone non l'ho mai potuta sentire.. bella eh, ma mi fa troppa impressione, fin da quando era bimba (infatti mio fratello me la metteva per dispetto.. che caro!)

il tuo discorso invece mi fa venire in mente capossela
ma niente canzoni d'amor
mai più mi prendano il cuor

e io pure lo fuggo l'amore, se devo essere sincera, ma sarà un bene?

Amaracchia ha detto...

L'amore non si fugge, ci siillude solo di farlo perchè non csi sono articoli che interessano o ai quali interessei.

artemisia ha detto...

Io proprio l'altra sera parlavo con qualcuno del bisogno che a volte ci viene di buttarsi giù da un ponte, per la follia di sentirsi, almeno in quei pochi secondi, vivi.
L'amore è questo, è follia.
Poi per fortuna passa.

kabalino ha detto...

#cate: ah! siamo messi bene...cate, una che influenza la gente come te...che fa dire alla gente cose che non dicono nemmeno alle loro mogli...deve darsi un codice etico, deve mettere dei paletti, del tipo che qui si può dire e qui non si può dire, qui si può sniffare e qui no...perché poi il caos si mangia tutto, diventa come nella storia infinita...quella roba lì di atreiu, in cui il nulla si mangiava tutto...ma vuoi davvero che finisca così, ti senti di caricarti di tanta responsabilità?

#baol: se dici un'altra volta lolloso ti bandisco dal blog! Ma secondo me più che crack ci stava bene...sboink! oppure sbeng! oppure pépèm!
:D

#emme: io dico che quando si fugge per davvero lo si fa in modo non razionale e quindi non siamo noi a decidere di fuggire, si fugge e basta...e il volere é potere é una ca*ata...ci sono decisioni che noi non possiamo prendere, perché quello non é il momento o perché la paura uccide la ragione...e io in queste situazioni non mi pongo mai domande...fuggo e basta.

#amaracchia: per come la vedo io la cosa non é così lineare...prova a leggere la risposta che ho dato ad emme e vedi se ti convince...
comunque hai la delega per rispondere ai commenti al posto mio; quindi la tua risposta fa fede.

#arte: io dico sempre che non esiste nulla di più complesso dell'essere umano...e quello che noi vediamo degli altri e di noi stessi é solo la punta dell'iceberg...a volte si può sfiorare pure il confine della follia, che i confini dentro di noi non sono poi così definiti...

Amaracchia ha detto...

Concordo nel dire che la scelta della fuga consapevole non esiste, fa parte solo di quell'immaginario di donna emancipata e dedita al lavoro che nasconde così lo status di zitella, o dell'ipersensibile che non ha saputo gestire relazioni passate.
Francamente io non mi ritrovo in nessuna delle due ipotesi perchè spero di avere più buon senso.

Cerchiamo di sfuggire gli stereotipi o al massimo di rielaborarli in maniera personale e poi sai quante sfumature si colgono?Ammetto che il mio esporre pare troppo lineare per la forma mentis datami dal mio percorso di formazione, ma se si volesse aprire una dissertazione su tali aspetti son disposta ad evitare la sintesi.

Artemisia,poi,fa una affermazione molto sensata e molto comune alla gente che conosco io: ci si accomoda in una vita predefinita, per poi ritrovarsi ad inseguire miraggi e sogni solo in piccoli spaccati del quotidiano e in questo i blog hanno un ruolo spaventoso, aprono voragini sulla personalità che poi manco il blogger stesso riesce a controllare.
Sono i famosi voli di cui parla Arte, quel cercare di sentirsi vivi per pochi minuti, anche attraverso le esperienze amorose.
Ma allora dico, perchè non affrontare la vita in maniera diversa, e lasciare che la comodità sia solo una porzione di vissuto?
Perchè non maturare lentamente una vita cerebralmente attiva, piuttosto che poi vivere sul serio solo in quegli attimi di volo?
Perchè non diventare protagonisti, facendosi anche male in storie e inseguimenti sbagliati, piuttosto che fuggire e nascondersi nelle poltrone che ti hanno assegnato?
Rivendico, allora, un pensiero che forse ho già espresso qui tempo fa: il blog è uno strumento potente e magico, ma se accompagna la crescita di solo uan parte di te diventi automaticamente un mostro, di quelli col testone grande e il cuore piccino.

Sono convinta di non aver espresso con chiarezza tutti i concetti, perchè qui mia madre passa l'aspirapolvere e mi distraggo, vogliate scusarmi.

Kaba ovviamente rifiuto con decisione la prospettiva da te auspicata, ma Emme mi ha fatta riflettere e dovevo intervenire per darle segno di ciò.
Se un commento ti fà pensare c'è da rendergliene merito, altrimenti staremmo tutti a scrivere semrpe e solo sniff Lol lollissimo e sob

Amaracchia ha detto...

Ho scritto troppo, fammi cenno di tagliare la prox volta che se no divento noiosa.

kabalino ha detto...

Ah, perché stavi sintetizzando? Oggi hai voglia di scrivere...non farti risucchiare dall'aspirapolvere di tua madre che in questo caso fa le veci del Nulla della storia infinita...giusto per dire una cosa...io non mi siedo su nessuna poltrona assegnatami da altri...in questo sono molto arrogante, la strada me la traccio da solo e mi fido solo del mio "sentire", tutto il resto é fuffa (ho esagerato...ma per rendere il concetto).
E ci tengo a risottolineare un punto: non tutto dipende dalla nostra decisione e dal nostro volere...su questo non transigo. Più terreno calpesti all'interno di te stesso, più allarghi i confini e più crei danno...più danni fai e più inibizioni avrai...e allora non potrai fare tutto ma solo ciò che ti é concesso (dal tuo io irrazionale)...chiaro, no?

Amaracchia ha detto...

Chiarissimo!!!!!!
Però non era un discorso ad personam il mio, non era rivolto nè a te, nè ad emme, nè ad Artemisia.
Solo un fluire di ragionamenti in divenire che avete innescato e che avrà sicuramente falle di ragionevolezza.

Però non ho capito la questione del terreno calpestato mmm

kabalino ha detto...

Ma la questione del terreno era la chiave del discorso!!!

Amaracchia ha detto...

Ma appunto io chiedo!!!!sapevo era la chiave del discorso!!!Se no come faccio a controbattere o a concordare??????



Che intendi per calpestare il terreno?

kabalino ha detto...

vediamo...le potenzialità dell'anima, così come quelle del nostro cervello vengono utilizzate in una piccolissima percentuale...calpestare ciò che é noto e reso sicuro dal senso comune é facilissimo quanto assolutamente banale; muoversi nelle aree più oscure, quelle in cui sogno e realtà si mischiano é un esercizio esaltante quanto pericoloso...e quando lo fai non é detto che le tue certezze restino in piedi...demolire per ricostruire...chiaro, no?

Amaracchia ha detto...

Si chiaro.
Faccio un esempio che mi riguarda.
Io ho paura del battito del cuore e so che certi terreni non posso calpestarli a prescindere, però se avessi dato ascolto solo alle paure adesso non uscirei nemmeno di casa.
Allora ti chiedo, è semrpe corretto tralasciare i terreni sconnessi?

SI lo so che stai pensando, è un discorso semplicistico...ma da qualche parte bisogna pur einiziare.

kabalino ha detto...

Io sono a favore del calpestio dei terreni sconnessi, io per primo lì calpesto...ma i terreni sconnessi dentro noi e quelli fuori di noi sono due cose completamente differenti...calpestare troppo dentro di noi significa, spesso, paralizzarsi nei confronti della vita che sta fuori...
Ma io direi che qui si conclude discussione che stiamo pigliando la tangente...
(amaracchia ci stiamo invischiando...)

Cate ha detto...

Abbiamo capito che a kaba piace giocare coi fanghetti e che ad amaracchia il blocco dello scrittore perviene solo in presenza dell'aspirapolvere.
Detto questo...

Nascondersi dietro un mezzo o un ragionamento autoconfermante non ha mai fatto bene a nessuno...

Affrontare terreni interiori impervi nel buio di una stanza di solito non porta a molto, anche se si è disposti a cambiare ed evolversi.

In genere si finisce per farsi del male da soli.
Per sentirsi inadeguati.
Per accusarsi di ogni fallimento.

L'unico modo per uscirne, è scontrarsi con la realtà, e chiedere consiglio ad altre persone.

Chi si fida solo di se, e delle proprie sensazioni, è destinato a fratturarsi l'anima ancora e ancora e ancora.

L'umiltà, il confronto, e il rischio meteriale, accrescono armonicamente tutto lo spirito.

Almeno... Questa è la mia esperienza.

Cate ha detto...

Fuggire è la soluzione più immediata...
Ma forse perché è una via che si prende quando ormai no c'è più nulla da fare.

Non siamo palline su un piano inclinato.
Esiste sempre un momento in cui avremmo potuto e dovuto capire che era sorto un problema.

Solo che il più delle volte si ha paura di ammetterlo.
E ad un certo punto, davvero, non si ha più scelta.

Alle volte, decidere di rimanere definisce la persona che sei, molto di più dei voli che sei in grado di compiere.

kabalino ha detto...

cate quello che scrivi è bello, vissuto, quasi totalmente ineccepibile...ma se devo dare un sunto finale credo che non esista un'unica verità...che quando si parla di quello che si trova dentro di noi l'incertezza regna sovrana...e ripeto...non sempre si ha la possibilità di scelta...ognuno di noi é strutturato in modo differente...
basti dire che certe persone strizzano gli occhi a tutti tranne che a me...e sfondare le porte che sono nel nostro intimo non sempre é facile...certuni sfondano porte aperte, altri, quelle porte, non riusciranno mai ad aprirle...é una questione di tempi...incaponirsi e
forzare le situazioni non serve a nulla, parlare con le persone serve se sei predisposto e ricettivo in quel momento, altrimenti ti puoi attaccare al tram...io la vedo così, ma io sono una persona brutta brutta...
oh, adesso vado davvero a votare...

ossimorosa ha detto...

Non so, io la vedo diversamente. Certo, può fare un certo effetto rivedere persone che si è sempre stati abituati a viverle in un certo modo e trovarle molto cambiate. E magari è facile dare la colpa, se così la vogliamo chiamare, a chi si sono scelti da tenersi accanto. Però fino a prova contraria nessuno è obbligato, e quindi in fondo in fondo se lo sono scelti. E non c'è nulla di cui lamentarsi quando scegli come vuoi vivere la tua vita.
Conosco persone che sono state cambiate dall'amore, cambiante anche negativamente a mio modo di vedere, ma io non sono nessuno per dire che dovrebbero fare diversamente, perché alla fine la testa è la loro, così come la vita.
Posso sempre pensare che io mai, io così no. Quello nessuno mi vieta di farlo. Però trovo triste che dice "hai visto tizio? la sua ragazza l'ha completamente cambiato"
Le coppie sono fatte da due persone, due, non scordiamocelo.

(sembro un po' polemica, me ne rendp conto, ma non era l'intenzione)

Baol ha detto...

Sì è scritto troppo, non mi va di leggere, però ti auguro buona fine di domenica :)

Anja ha detto...

Anche io, non ho mica abbastanza neuroni per leggere tutto. Mando un saluto serale marittimo, così, nell'inedia da un divano rosso.

Amaracchia ha detto...

Chi si fida solo di se, e delle proprie sensazioni, è destinato a fratturarsi l'anima ancora e ancora e ancora.

Cate hai ragione [e questo che sei una di noi più di noi stessi], però non trovi si tolga troppa legittimità alle sensazioni personali?

Uff kaba, concludi l ediscussioni semrpe sul più bello, già ci stavo sguazzando nell'invischiamento!

Cate ha detto...

Trovare una via di mezzo sarebbe l'ideale, toh.

Io comunque preferisco il pungitopo.

artemisia ha detto...

Scusate ma ho perso il filo... vedo che sono stata anche chiamata in causa, ma io dopo il sessantesimo commento circa non ce la faccio mica più a seguire...

Mi sembra solo che Amaracchia sia di una saggezza mostruosa. Io la gente così saggia l'ammiro proprio. Beata te.

Amaracchia ha detto...

NO Arte!ma che saggezza!Sono solo Logorroica ;o)

Amaracchia ha detto...

Kabalino, non posso specificarti nè perchè nè per come, ma ho letto un tuo commento in un blog che non nominerò e devo inchinarmi al genio.
Sei uno di noi.

Baol ha detto...

Allora stai frecato kabalì!



:D :D :D

supermacvale ha detto...

Già De Andrè è stato anche nel mio poco fa... e nella mia vita sempre di più, non capisco bene il meccanismo...
"Mi parlò sulla bocca mi donò un braccialetto
dite alla quercia che non tornerò.
Mi baciò sulla bocca mi propose il suo letto
dite a mia madre che non tornerò. "

dharani ha detto...

Sull'argomento di questo post si potrebbero veramente scrivere fiumi di pensieri... vorrei leggere pure tutti i commenti, che sembrano molto interessanti, ma in questo momento non credo di avere abbastanza tempo... ripasserò con più calma! :-)
Un saluto e buon inizio settimana!

piccolè ha detto...

HO LA FEBBRE ALTISSIMA!!!!

kabalino ha detto...

#ossimorosa: io un pò scherso, ma se tu fai la polemica io controbatto, quindi...occhio! :D

#baol: eh, ma qua si fan commenti romanzeschi...buon lunedì sera :)

#anja: ho solo sbirciato il tuo post e mi sembra di aver capito che il divano rosso era posto di fronte al golfo di trieste...l'inedia da divano rossa è da non sottovalutare ;)

#amaracchia: chiudo le discussioni per non lasciarle deperire, mica perchè mi fa piacere! Per chi mi prendi, per un censore? Poi tu cominci a sguazzare nel vischioso e m'impiccichi tutto il blog, e che cavolo...

#cate: ma mica ci si bacia sotto il pungitopo, a che serve il pungitopo? (non dirmi a pungere i topi...)

#arte: qui più che commentare si chiacchiera e arrivare a sessanta commenti si fa conto di ridere :)

#amaracchia: mi specifichi un pò meglio sta cosa della genuflessione al genio che mi interessa? Sono uno di voi cosa? Chi sono questi voi? Che io quando entro in un qualcosa lo voglio sapere che cos'è sto qualcosa...

#baol: sto proprio frecato?

#vale: che bella Sally...non avere paura delle parole dei poeti, che le cose belle son sempre di meno...lascia pure che si insinuino, e non chiederti il perchè...

#dharani: passa quando vuoi, tanto qui è sempre aperto...che per noi è sempre notte bianca...
buona settimana anche a te :D

#piccolè: oh cacch*o! E adesso? Sta a letto, mi raccomando...e prendi le cose che fanno bene...tipo la spremuta, il brodino e tutte quelle cose lì, che poi vedrai che passa...
Guarisci! ;D

nandina ha detto...

va be', ma se uno le cose le scrive tanto per dire e anche un po' per scherzare le scriverà anche un po' sul serio... e allora si discute...
e poi io mi arrabbio, ma per finta, e allora che si parla a fare?

kabalino ha detto...

e infatti parlo anche un pò sul serio, e tu fai bene ad arrabbiarti...che la discussione è il sale dei blog...

alicesu ha detto...

naturale.
Sarai uno dei pochi eletti.

kabalino ha detto...

Ci conto...

stellavale ha detto...

Tristissima sta canzone, tristissima e bellissima.....

kabalino ha detto...

eh, ma si parla di De Andrè...non uno qualunque :)
E più passa il tempo e più mi commuove...